Home / Cultura / Noto, ultimo appuntamento con aperibook

Noto, ultimo appuntamento con aperibook

Ultimo appuntamento con la fortunata rassegna letteraria ed innovativo aperibook promosso dagli Assessorati alla Cultura e al Turismo di Noto, a cura della ProcivArciNoto, in collaborazione con la libreria Liber Liber di Noto e Cantine Planeta. Venerdì 26 giugno nel cortile dell’ex Convitto Ragusa, alle ore 19.00, protagonista sarà il romanzo “Le stanze dello scirocco”, edizioni Sperling & Kupfer, della scrittrice netina Cristina Cassar Scalia, che ha esordito, nel 2014, con “La seconda estate”, insignito del Premio Internazionale Capalbio Opera Prima e già tradotto in Francia. Libri premiati, autori in odor di premi importanti, personaggi dall’indiscusso valore, incontri che hanno arricchito e proposto le tante sfaccettature della letteratura italiana contemporanea con un occhio particolare ai siciliani ed a Noto. Questo è stato, in pochissime righe “Leggere è/e un gusto”, riduttivo chiamarla rassegna letteraria o aperibook, grazie alla presenza a turno dei ristoratori più importanti della città che hanno raccontato il libro protagonista con la propria storia di sapori e gusti. È stato un viaggio partito a novembre e che ogni mese ha visto agganciato un vagone con un nuovo personaggio e le sue storie, dalla Perrotta alla Ranno, da Lagioia ( tra i cinque finalisti al Premio Strega 2015, con La Ferocia, presentato proprio qui a Noto) a Corrado Stajano (il ritorno in città di un personaggio carismatico molto legato alla sua Noto). E questo lungo treno fatto di emozioni, storie, avventure ma, soprattutto, vita, adesso giunge alla sua ultima fermata con un ultimo vagone da aggiungere dedicato proprio ad un’autrice netina, Cristina Cassar Scalia,  medico chirurgo specializzato in oftalmogia che vive e lavora nella vicina Catania. E tornando proprio al suo libro “Le stanze dello scirocco” la scrittrice lo presenta così: “Sullo sfondo di palazzi nobiliari e aspri paesaggi di campagna, le vicende di due famiglie colte in un importante momento storico ci conducono attraverso una Sicilia indolente e sensuale, al cui fascino è impossibile sottrarsi”. La scoperta della storia e della sua autrice sarà affidato all’organizzatrice della rassegna Giusi Farina e a Luisa Fiandaca, che, da anni, si spende nell’ambito della cultura nel territorio di Siracusa e provincia, ed è reduce dal successo di “Letti di notte”, manifestazione dedicata ai libri conclusasi lo scorso weekend. Non solo il gusto di leggere, come rievoca il titolo della rassegna netina che volge al termine, ma anche quello del palato che verrà soddisfatto da Davide Uzzardi, titolare della gastronomia palermitana di via Ducezio, che, al termine dell’incontro, traendo spunto dal romanzo, preparerà le famose panelle palermitane.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*