Home / Se te lo fossi perso / Operazione Tispon “Truck & Bus”: fermati due tir ed un autobus per gravi inefficienze

Operazione Tispon “Truck & Bus”: fermati due tir ed un autobus per gravi inefficienze

l Network Europeo delle Polizie Stradali “Tispol” ha programmato nel periodo dal 14 al 20 ottobre 2019 l’effettuazione della campagna europea congiunta denominata “Truck and Bus”.

Tispol è una rete di cooperazione tra le Polizie Stradali nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale aderiscono tutti i paesi membri. L’Italia è rappresentata dal Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno, che ha tenuto la presidenza operativa fino al mese di aprile 2019 ed attualmente ricopre la Presidenza onoraria.

L’Organizzazione sviluppa una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee, con l’obiettivo di ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali in adesione al Piano d’Azione Europeo 2011-2020. Tale attività si sviluppa attraverso operazioni internazionali congiunte di contrato delle violazioni e campagne “tematiche” in tutto il Continente, all’interno di specifiche aree strategiche.

L’obiettivo è quello di elevare gli “standards” di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne di comunicazione e operazioni congiunte, i cui risultati vengono poi monitorati dal Gruppo Operativo TIspol.

In occasione di tale operazione la Polstrada di Siracusa ha predisposto sulla intera viabilità autostradale l’effettuazione di mirati controlli ai veicoli adibiti al trasporto merci ed agli autobus sia di immatricolazione nazionale che straniera, nonché controlli allo stato psicofisico dei conducenti, al rispetto dei limiti di velocità, alla verifica della rispondenza alla normativa ADR, al rispetto delle prescrizioni indicate in licenza e ad ogni ulteriore controllo documentale.

Durante tali giornate sono stati controllati 53 veicoli per trasporto merci nazionali, 24 dei quali sono stati sanzionati. A due di questi veicoli è stato impedito di proseguire il viaggio per gravi inefficienze. Tre sono state le infrazioni rilevate per eccesso di velocità mentre una infrazione è stata elevata per omissione nell’uso delle cinture di sicurezza. Un veicolo è stato sottoposto a sanzione per il sovraccarico, mentre dieci sono state le infrazioni complessive accertate per irregolarità riscontrate nei documenti del conducente o dei veicoli. Inoltre, sono state rilevate 24 infrazioni per altre violazioni delle norme del Codice della Strada.

Sono stati, altresì, controllati 30 autobus, dodici dei quali sono stati sanzionati. A uno di questi è stato impedito di proseguire il viaggio per gravi inefficienze. Le infrazioni rilevate relative all’eccesso di velocità sono state tre e due infrazioni sono state accertate per alterazioni del dispositivo cronotachigrafo. Undici sono state le infrazioni complessive accertate per irregolarità riscontrate nei documenti del conducente e dei veicoli. E sono state rilevate otto infrazioni per altre violazioni delle norme del Codice della Strada.

Nel corso del predetto servizio, particolare attenzione è stata rivolta alla mancanza di copertura assicurativa, trovando un “autoarticolato” privo della polizza assicurativa. Per il conducente è scattata una sanzione amministrativa di euro 868 oltre al sequestro finalizzato alla confisca del mezzo pesante.

Quest’azione combinata a livello europeo ha perseguito lo scopo di sviluppare la coscienza e la consapevolezza da parte di tutti i conducenti professionali che nello stesso momento tutte le forze di Polizia Stradale dell’Unione Europea stavano operando con le medesime modalità, strumenti omogenei ed un obiettivo comune: la incolumità dei cittadini

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*