Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Pachino, estorsione a pizzeria: avviso conclusione indagini per due pachinesi

Pachino, estorsione a pizzeria: avviso conclusione indagini per due pachinesi

Sono stati individuati i presunti complici dell’uomo che avrebbe tentato un’estorsione ai danni del titolare di un panificio oltre che di estorsione in concorso ai danni del titolare di una pizzeria.

Dopo l’arresto di Pasquale Falco, 27 anni, finito in manette il 29 novembre, i poliziotti del commissariato di Pachino hanno stretto il cerchio attorno ad altri due pachinesi di 35 e 48 anni, raggiunto da un avviso di conclusione indagine, emesso dalla Procura di Siracusa. I due sono accusati di avere minacciato il titolare di una pizzeria e di avere percosso il dipendente di un panificio.

Secondo quanto appurato dalle forze dell’ordine, alla fine dello scorso ottobre, mediante violenza e minaccia, Falco e gli altri due avrebbe tentato di costringere il proprietario di un panificio a consegnargli una somma in denaro, pari a 500 euro. Ad impedire che il tentativo andasse in porto, il netto rifiuto da parte della vittima e l’intervento della polizia. I tre avrebbero picchiato il garzone del panificio a cui aveva chiesto la consegna a domicilio del pane e a cui avrebbero poi sottratto il furgone, intimandogli di riferire al datore di lavoro che, se non gli avesse dato la somma richiesta, non avrebbe restituito il mezzo. In un’altra circostanza, da settembre ai primi di novembre, Falco e gli altri due avrebbero costretto il titolare di una pizzeria a recapitargli pizze a domicilio senza pagarle per avere la sua “protezione”, insieme con 100 euro la settimana.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*