Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Pallamano, l’Albatro piega la lazio ed è secondaSiracusaLive | SRlive.it
Home / Primo Piano / Pallamano, l’Albatro piega la lazio ed è seconda

Pallamano, l’Albatro piega la lazio ed è seconda

Teamnetwork Albatro Siracusa 34

Lazio                                            23

Teamnetwork Albatro Siracusa: Mincella, Errante, Adler, Vinci 5, Bronzo 5, Ragusa, Brancaforte, Morandeira 5, Molina 6, Dell’Aquia, Dedovic 5, Corsico 5, Lo Bello 3, Calvo. All. Vinci

Lazio: Scavone, Cascone 4, Paolone 2, Tordi 2, Biader 5, La Rosa D., Mariani, Pelone, La Rosa M. 2, Castaldo 2, Valente, Pedulla 6. All. Langiano.

Arbitri: Campailla e Brancaforte.

 

L’Albatro batte la Lazio e chiude al secondo posto il girone C della serie A di pallamano come lo scorso anno. Un piazzamento importante in vista della seconda fase della stagione. Come preannunciato alla vigilia, Vinci opta per un ampio turn-over schierando dall’inizio il figlio Gianluca, Bronzo e Ragusa. In porta va Errante. Avvio in salita per i padroni di casa, che entrano in campo con sufficienza e subiscono tre reti consecutive dagli ospiti. Molina prova a scuotere i suoi, Gianluca Vinci e DinkoDedovic avvicinano l’Albatro (3-4) agli avversari ma, sul 5-7, il tecnico aretuseo decide di chiamare il primo time-out. Gli effetti si vedono subito perché i siracusani raggiungono il pareggio al quarto d’ora con Dedovic. La Lazio risponde colpo si colpo e mantiene un gol di margine fino al 9-10. Entra anche Mincella, mentre Bronzo segna in contropiede, Vinci lo emula e al 20’l’Albatro può festeggiare il primo vantaggio di un match stranamente difficile per oltre un quarto di durata. E’ la svolta perché le ripartenze dei padroni di casa cominciano a funzionare e Morandeira, ancora Bronzo e lo scatenato Molina allargano la forbice: 15-11 ad una manciata di minuti dal termine della prima frazione. Gli aretusei raggiungono il massimo vantaggio al 28’ (18-12) e vanno negli spogliatoi con un rassicurante 19-14. La gara è segnata e nella ripresa i locali dilagano, portandosi persino sul più 11 (28-17). Solo nel finale, approfittando di un calo di concentrazione degli avversari, la Lazio riduce le distanze, ma Corsico, Morandeira e Bronzo le ristabiliscono e l’Albatro chiude con undici reti di margine.

Adesso attenzione puntata sulla Coppa Italia in programma il prossimo fine settimana in Trentino Alto Adige. L’obiettivo degli aretusei sarà di arrivare il più in alto possibile.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*