Google+

Pallanuoto, Euro Cup: primo round agli ungheresi

CC ORTIGIA – VOULIAGMENI   7-8 (2-2/1-1/3-3/1-2)

 CC Ortigia: Caruso, Cassia, Abela, Jelaca 1, Di Luciano, Farmer 1, Giacoppo 1, Espanol Lifante 2, Rotondo, Vapenski 2 (1 rig), Susak, Napolitano, Pellegrino. All. Stefano Piccardo

Vouliagmeni: Hrisantos, Basic 2, Kalogeropoulos 1, Gkiouvetsis 1, N. Kourouvanis, Gouvis, Afroudakis 1, Buha 1, Pontikeas 1, Kapetanakis, Tigkas 1, Solanakis, D. Kourouvanis. All. Hrvoje Koljanin

Arbitri: Zsolt Marjay (Ung) e Boris Margeta (Slo)

Superiorità: Ortigia 4/12 +1 rig     Vouliagmeni 5/8 +1 rig

Fuori tre falli: Jelaca (Ort) e Pontikeas (Vou) nel IV tempo

Il Vouliagmeni vince gara 1 dei quarti di finale di Euro Cup battendo, alla “Paolo Caldarella”, l’Ortigia con il risultato di 8 a 7. Partita equilibratissima con i bianco verdi che, per ben quattro volte in vantaggio, hanno pagato pegno per l’unica leggerezza commessa. Due deviazioni che hanno messo fuori gioco Caruso in altrettante conclusioni e la freddezza di capitan Afroudakis hanno fatto pendere la bilancia sul piatto greco. I primi tre parziali giocati su livelli alti e poche sbavature da una parte e dall’altra. Siracusani concentrati e pronti a ribattere punto a punto alle iniziative degli ospiti.

Ne viene fuori un match di altissimo livello che entusiasma gli oltre 600 spettatori accorsi per questo appuntamento storico per l’Ortigia.

Giorno 5 gara di ritorno in Grecia e grande voglia di ribaltare il risultato decisamente sfortunato per i siracusani.

 

 

Commento Christian Napolitano (Ortigia): In Grecia ci andiamo con la consapevolezza di potercela giocare. Loro sono una squadra di grande livello e faccio i miei complimenti, ma questa sera abbiamo dimostrato, nonostante la sconfitta, di essere più forti. Abbiamo sbagliato pochissimo e siamo stati sfortunati nelle due deviazioni costate altrettanti gol. Ora si pensa al Quinto.

Commento Stefano Piccardo (all. Ortigia): Peccato, veramente peccato. Impossibile rimproverare qualcosa ai ragazzi. Hanno fatto una grande partita contro una squadra che ha giocatori incredibili. Afroudakis detta i tempi in maniera impeccabile, i giovani under 19 sono veramente forti e danno freschezza nell’arco dei quattro tempi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*