Google+

Pallanuoto, l’Ortigia sbanca Bogliasco

BOGLIASCO BENE – C.C. ORTIGIA 8-11 (1-2/3-4/3-2/1-3)

Bogliasco Bene: Prian, G. Guidi, Di Somma, Fracas, Ferrero, Ravina 2, Gambacorta, Monari, Guidaldi, M. Guidi 2, Puccio 1, Lanzoni 3, Di Donna. All. Daniele Magalotti

C.C. Ortigia: Caruso, Cassia 1, Abela, Jelaca 1, Di Luciano 1, Farmer 1, Giacoppo 3, Espanõl Lifante 4, Rotondo, Giribaldi, Susak, Napolitano, Pellegrino. All. Stefano Piccardo

Arbitri: Attilio Paoletti (Roma) e Bruno Navarra (Roma)

Superiorità: Bog 4/15 + 1 rig  Ort 5/15

Espulsioni definitive: nel terzo tempo, fuori Jelaca per limite di falli e Napolitano per proteste. Nel quarto tempo fuori Abela e Cassia per limite di falli.

16 marzo 2019 – L’Ortigia vince e conquista tre punti preziosissimi nella corsa verso la Final Six.  Gli uomini di Piccardo espugnano l’ostica piscina di Bogliasco con un 11-8 che arriva al termine di una partita molto dura e nervosa, come previsto alla vigilia. La gara si mantiene abbastanza in equilibrio ma l’Ortigia rimane avanti di due lunghezze a metà gara. Nel terzo tempo, dopo l’allungo firmato da Espanõl Lifante (4 gol per lui oggi), il Bogliasco reagisce e, in un minuto e mezzo, segna tre reti portandosi sul 7-7. I biancoverdi non si disuniscono, reggono il colpo e continuano a giocare rimettendosi avanti di una lunghezza nonostante l’uscita di Napolitano (espulso per proteste e a rischio squalifica) e Jelaca (per limite di falli).  Nell’ultima frazione, con il sette siracusano ancora avanti di un solo gol, vanno fuori anche Cassia e Abela per limite di falli. L’Ortigia si ritrova con gli uomini contati ma non molla e centra l’allungo decisivo che fissa il punteggio sull’11-8 finale.

Commento del tecnico dell’Ortigia Stefano Piccardo: “Una partita durissima, difficilissima. Devo dire che siamo andati molto bene sotto l’aspetto mentale. Abbiamo tenuto, l’abbiamo vinta due volte questa partita. Sul 7-4 ci sono state un paio di decisioni che non ho ancora capito, ma in ogni caso noi abbiamo sbagliato qualcosa, eravamo lunghi e abbiamo preso due gol evitabili. Poi il peggio è arrivato dopo, con le espulsioni di Napolitano e l’uscita di Jelaca e infine, nel quarto tempo, con quelle di Abela e Cassia”.

Un momento complicato che però l’Ortigia è riuscita a superare grazie anche alla bravura dei suoi giocatori più esperti: “Non avevamo più cambi – conclude Piccardo – abbiamo terminato in 7 contati. Ma siamo stati bravi, dopo il momento difficile siamo rientrati subito in partita. Mi son piaciute moltissimo le prestazioni di Giacoppo ed Espanõl, che hanno fatto una grande partita. Questa è una vittoria fondamentale, ora potremo lavorare per giocare al meglio la prossima importantissima sfida con il Posillipo”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*