Home / Primo Piano / Pallanuoto, l’Ortigia sfida Trieste per accedere alla semifinale scudetto

Pallanuoto, l’Ortigia sfida Trieste per accedere alla semifinale scudetto

L’Ortigia affronta domani (inizio alle 16.30), la decisiva sfida contro la Pallanuoto Trieste, nell’ultima giornata della regular season del campionato di Serie A1. La posta in palio è altissima, visto che è in gioco la qualificazione ai play-off scudetto. Una partita difficile in una piscina storicamente ostica per l’Ortigia, contro i giuliani chiamati anche loro a vincere per mettersi al sicuro e centrare il passaggio alle semifinali. In classifica tre squadre sono in lotta per due posti. L’Ortigia (terza a 36 punti) vincendo o pareggiando passerebbe come terza classificata. Anche perdendo potrebbe qualificarsi come quarta, ma solo se il Savona (quarto a 34 punti) perdesse a Palermo; altrimenti, in caso di successo dei liguri, la squadra siracusana sarebbe eliminata. Per il Trieste (secondo a 35 punti) discorso simile: se batte l’Ortigia si qualifica, ma potrebbe qualificarsi anche con un pareggio o con la sconfitta, in caso di contemporanea sconfitta del Savona.

In casa biancoverde i dubbi sono sull’impiego di Gallo e Klikovac, il primo assente sabato scorso e l’altro sceso in acqua stringendo i denti: “Due giorni fa – ha detto il tecnico Piccardo – Valentino ha fatto il primo allenamento, dopo 4 giorni, e Klikovac ha provato a nuotare, dopo aver giocato sabato solo grazie a una infiltrazione. Inoltre, ieri Vidovic ha accusato dei problemi alla schiena e si stanno verificando le sue condizioni per l’impiego a Trieste”.

Sulla partita di domani, Piccardo ammette: “Storicamente l’Ortigia ha sempre fatto fatica contro Trieste, anche quando io allenavo i giuliani. La piscina è molto dispersiva, non è facile giocare, e poi Trieste è una squadra importante, con quattro giocatori stranieri di alto livello, italiani che sono nel giro della Nazionale, un portiere navigato per la A1, due ottimi centroboa, una medaglia d’oro olimpica, Buljubasic. È una formazione molto ostica, che ha velocità e contropiede. Basta guardare i risultati che hanno fatto in casa per rendersi conto della loro forza. Solo Recco e Savona hanno vinto a Trieste. Credo che domani ci sarà la piscina stracolma”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*