Google+

Paolo Italia: “Nella scuola ancora tutto in alto mare”

La stagione estiva sarà bollente e non solo per le calde temperature. Il periodo che vive la scuola non è di certo tra i migliori, in quanto chiunque si è reso conto dalle figure apicali formata dai dirigenti scolastici, ma anche dal personale di ruolo e non Ata e docente, che rappresentano imbarazzanti situazioni di disagio e confusione. A sostenerlo Paolo Italia, responsabile dipartimento organizzazione Flc Cgil Sicilia, che esaminando la situazione attuale che vige al ministero dell’Istruzione, nelle sedi regionali distaccate e in quelle provinciali ha notato come il caos regni sovrano. . Ma non finisce qui. Dal primo di luglio sono centinaia i docenti precari della scuola per la maggior parte abilitati, idonei e vincitori di concorso che aumentano le fila dei disoccupati. . Le emergenze che riguardano i colleghi precari sia insegnanti sia Ata sono molteplici: la mancanza di certezze sull’esplicazione dei tempi dei concorsi a cattedra, l’aggiornamento delle graduatorie e le criticità derivanti sono tante. . In questo quadro variopinto di certo e non per ultimo non vanno assolutamente dimenticati alunni e famiglie. .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*