PoliticaPrimo Piano

Il Pd replica a Garozzo: “prendiamo le distanze dalla giunta comunale”

Non è tardata ad arrivare la risposta della direzione provinciale del partito democratico alla nomina dei due nuovi assessori e al rimpasto operato in giunta dal sindaco Garozzo. Con una nota congiunta il segretario provinciale, Alessio Lo Giudice, quello cittadino, Marco Monterosso, e il presidente del Pd, Liddo Schiavo, affermano che “Aver deciso di disattendere il mandato della Direzione ha un sicuro significato politico che ci conduce, sin da adesso, a prendere le distanze dall’Amministrazione Comunale di Siracusa”.

Nella nota è anche scritto:Come previsto, il Sindaco di Siracusa, dopo aver interrotto unilateralmente il confronto con il Partito Democratico ricorrendo all’inutile logica dell’ultimatum, ha partorito il suo ennesimo ritocco di Giunta. Avevamo invocato, vista la fase delicata che la comunità cittadina sta attraversando, un profondo rinnovamento attraverso la costituzione di una Giunta di alto profilo, sottratta a logiche di Partito o di area, e con il coinvolgimento di personalità di prestigio, riconosciute dai cittadini per il loro valore e la loro competenza. Ci troviamo invece di fronte ad un mero maquillage.

Anche coloro che hanno poca dimestichezza con la lingua italiana ammetteranno, se intellettualmente onesti, che i cambiamenti decisi dal Sindaco non rispondono all’auspicio di un “nuovo governo” e di un “rinnovato patto con la Città” sui cui la Direzione Provinciale del PD si è espressa all’unanimità, Sindaco Garozzo compreso.

Una compiuta valutazione politica verrà effettuata in occasione della prossima Direzione Provinciale del PD. Nel frattempo, raccogliendo con convinzione l’invito che ci è stato rivolto da molte forze politiche, lavoreremo affinché si costruisca un fronte unico del centrosinistra in grado di dare una precisa identità politica ai progetti di ampio respiro che, seguendo l’ideale della giustizia sociale, intendiamo realizzare a Siracusa e in provincia.

PEPPE PATTI, COORDINATORE VERDI: “LOGICA INCOMPRENSIBILE”. Nulla da eccepire sui nomi scelti dal Sindaco, sono dei validissimi professionisti. Incomprensibile ai più la logica di una sostituzione in questi termini, se non per legarsi ancora di più al Consiglio Comunale, che è sempre quello di “gettonopoli”, invece di aprirsi alla città e al centrosinistra, strategia che lo porterà a procedere in beata solitudine per la sua strada”. Queste le parole con cui il coordinatore dei verdi di Siracsa, Peppe Patti, stigmatizza il rimpasto in giunta.
“Un’amministrazione comunale incapace di dare un colpo d’ala e guardare al futuro, ancorata alle poltrone e non in grado di disinnescare le mine disseminate da soggetti politici che hanno deciso di trasferire il dibattito politico nelle sedi giudiziarie.
Siamo pronti a collaborare con le forze del centrosinistra per costruire un futuro politico di alto profilo per la città di Siracusa.
La scelta di appoggiare il sindaco Garozzo e di garantirgli l’elezione, in risposta agli appelli di tanti soggetti del PD per un centrosinistra unito, si è dimostrata fallimentare.
Questa era l’occasione per dimostrare anche ai partiti alleati che nulla questa amministrazione ha a che fare con certe lobby, ma poi rileggendo gli atti della procura di Potenza riaffiorano certi malcostumi consolidati geneticamente.

Un pensiero su “Il Pd replica a Garozzo: “prendiamo le distanze dalla giunta comunale”

  • Perchè non cominciate a prendere le distanze dai privilegi assurdi che avete? No vero? Questo non s’ha da fare, né ora, né mai. Ma per favore!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *