Home / Primo Piano / Pesca: Oltre 600 mila euro al “Flag dei due Mari”

Pesca: Oltre 600 mila euro al “Flag dei due Mari”

 Oltre 600 mila euro di anticipazione al Flag “Dei due Mari”, il Gruppo di Azione locale per la pesca, della provincia di Siracusa, che interessa i comuni di Portopalo di Capopassero, Noto, Avola e Pachino, per la realizzazione del progetto, finanziato dall’Assessorato all’Agricoltura e alla Pesca Mediterranea della Regione Siciliana, per complessivi due milioni e
mezzo di euro, destinato allo sviluppo e incremento delle attività di pesca e di fruizione del mare.
A darne notizia l’esponente del Governo Musumeci, Edy Bandiera: “In un momento così delicato per l’intera Regione e per il settore, rendiamo immediatamente cantierabile il progetto di sviluppo territoriale messo a punto dal Flag dei Due Mari trasferendo liquidità al territorio e mettendolo nelle condizioni di
concretizzare gli interventi di sviluppo previsti”.
Riqualificazione dell’approdo a Calebernardo; ripristino dello scivolo di varo e annessa area di manutenzione e riparazione per piccole imbarcazioni da pesca del porto di Portopalo; realizzazione di due sistemi di ormeggio per natanti da pesca e di servizi accessori nel porto di Marzamemi; realizzazione dei sistemi antincendio e di distribuzione acqua ed energia elettrica nell’area portuale
di Portopalo; messa in sicurezza e sistema di videosorveglianza area portuale peschereccia di Portopalo; costruzione del riparo di pesca in contrada Falaride; interventi di raccolta, da parte dei pescatori, di rifiuti dal mare in superficie e sui fondali, sono queste parte delle azioni che saranno messe in campo grazie al finanziamento del progetto finanziato a valere sulla misura
4.63 del PO FEAMP 2014-2020.
Per l’assessore regionale per la pesca Edy Bandiera: “Con questa erogazione finanziaria, andiamo avanti, senza sosta, con la spesa ed il corretto impiego dei fondi comunitari, dedicati alla pesca. Le infrastrutture del territorio, quelle marinare e portuali, sono il presupposto fondamentale affinché, sempre
più e sempre meglio, si possa vivere delle potenzialità vere dei nostri territori, generando economia reale, sana e sviluppo economico, occupazione e sociale”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*