Google+

Petrolchimico di Priolo: la Procura di Siracusa dispone il dissequestro degli impianti della Sasol Italy

Gli impianti della Sasol Italy rispondono alle prescrizioni richieste a suo tempo dalla Procura di Siracusa. Infatti, in data odierna la stessa Procura ha disposto il dissequestro degli impianti dello stabilimento situato nella zona industriale siracusana; si conferma così il positivo accoglimento dell’istanza di dissequestro dello stabilimento di Augusta, con provvedimento disposto dall’Ufficio del Pubblico Ministero.

La disposizione attesta l’esito positivo delle verifiche tecniche effettuate dai consulenti della Procura, che hanno confermato la sostanziale rispondenza dell’impianto alle prescrizioni richieste, in relazione al decreto di sequestro preventivo del 21 febbraio scorso. La società, che sin da subito ha confidato di poter provare la correttezza del proprio operato, esprime la sua soddisfazione per la tempestiva azione di verifica da parte della Procura di Siracusa, alla quale continua ad assicurare la propria collaborazione.

La Sostenibilità è infatti per Sasol Italy un impegno costante e dimostrabile, intrapreso ormai da molti anni con cospicui investimenti, nel continuo rispetto delle prescrizioni normative e con l’utilizzo delle migliori tecniche disponibili. La società continuerà ad assicurare questo impegno anche per il futuro, al fine di consolidare sempre più un approccio concreto alla sostenibilità industriale. Un approccio in linea con i principi del “Viaggio nella Sostenibilità”, il percorso che Sasol Italy ha avviato sin dal 2010 ed ha raccontato anche mediante pubblicazioni divulgative e incontri pubblici.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*