Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Plemmirio, contesa per la Batteria militare da ristrutturare

Plemmirio, contesa per la Batteria militare da ristrutturare

Sull’ex batteria di Punta del Mola interviene il resposanbile dell’associazione Natura Sicula, Fabio Morreale:

Qualche giorno prima che lasciasse la Soprintendenza di Siracusa, la dott.ssa Donatella Aprile, parente del governatore Nello Musumeci, ha rilasciato un parere che qualche anno prima la soprintendente Beatrice Basile si era rifiutata di firmare, un parere che consente la ristrutturazione dei caseggiati della ex batteria militare “Emmanuele Russo” di Punta della Mola, al Plemmirio. Il parere è stato rilasciato alla solita società che del Plemmirio vuole fare un villaggio turistico. Per il Piano Paesaggistico l’area interessata ha il massimo livello di tutela, quindi la ristrutturazione è consentita esclusivamente per motivi conservativi, senza praticare movimenti di terra, aumenti di volume e cambio di destinazione d’uso. Visti i legittimi fini di lucro della società, e l’insistenza con cui la stessa vorrebbe realizzare un resort in un’area ormai iscritta al Piano regionale Parchi e Riserve, è assolutamente illogico ipotizzare che il parere sia stato richiesto solo per musealizzare la batteria militare che nel corso della seconda guerra mondiale controllava l’accesso al porto. C’è qualcosa che non torna…. Il parere peraltro è stato rilasciato dallo stesso ente che ha redatto e dovrebbe tutelare il Piano Paesaggistico. In questa terra piena di contraddizioni, ove il Piano regolatore, scaduto da molti anni, dichiara l’area edificabile, mentre il Piano paesaggistico (che è sovraordinato) la dichiara inedificabile, ove il parere è stato rilasciato dallo stesso ente che ha redatto il Piano Paesaggistico (contro i suoi stessi interessi perché dovrebbe difenderne l’applicazione del piano), è altrettanto assurdo che la Soprintendenza tuteli il patrimonio a corrente alternata, in base al soprintendente di turno. Vigileremo senza sosta, pretendendo l’applicazione di ogni norma a tutela della storia, del paesaggio, della bellezza e della istituenda riserva naturale. Il Plemmirio è un dono della natura che appartiene a tutti, non ci arrenderemo all’idea che possa diventare appannaggio di pochi eletti.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube