Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Pnrr, per Siracusa forse solo bricioleSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Pnrr, per Siracusa forse solo briciole

Pnrr, per Siracusa forse solo briciole

Se non sono briciole, poco ci manca. Finora, dal Pnrr è previsto l’arrivo di pochi fondi in provincia di Siracusa fra quelli stanziati per la Sicilia. Su circa 8 miliardi di euro previsti per asili nido, nuovi tribunali, transizione ecologica, porti e altre infrastrutture, nel Siracusano arriveranno gli spiccioli. Il colpo peggiore è stato assestato con la bocciatura di tutti i progetti legati alla transizione ecologica presentati dalle grandi aziende del polo petrolchimico siracusano. Su questo fronte, la fetta di finanziamenti previsti è di 3 miliardi e saranno assorbiti dal tram di Palermo, la ciclabile turistica di Pozzallo, le ciclabili urbane a Marsala, Gela, Vittoria, Modica e Mazara del Vallo oltre alla sistemazione dei palazzi di giustizia di Messina, Barcellona e Termini Imerese, la Circumetnea.

Fondi arriveranno solo per il cosiddetto fiocco che collega la rete ferroviaria al porto commerciale di Augusta, che avrà finanziamenti anche per il completamento di altre infrastrutture.

Un po’ a sorpresa sono stati destinati fondi per la stazione di Siracusa, anche se, al di là del fatto che sia considerata un monumento, è molto poco frequentata dai viaggiatori anche perché di treni ne arrivano e ne partono con il contagocce.

Altro capitolo che potrebbe riservare qualche spicciolo alla nostra provincia è relativo alle Zes, le zone economiche speciali con la previsione di agevolazioni sugli investimenti.

Sappiamo delle polemiche innescate a seguito delle indicazioni dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, per quanto attiene la previsione di finanziamenti per la sanità. Nulla per il nuovo ospedale di Siracusa.

e altri fondi che arriveranno un po’ per tutte le città siciliane a favore dell’istruzione (in particolare pe nuovi asili nido) e per i beni culturali.

Insomma, se il buongiorno si vede dal mattino, si prevedono tempio grami e la necessità di battere i pugni sul tavolo della politica che conta per far valere i diritti di un territorio come quello siracusano che rischia di rimanere penalizzato a causa di scelte che al momento non sono favorevoli. E’ chiaro che siamo all’inizio, ma occorre dare subito una svolta altrimenti Siracusa subirà il destino dei vinti.

Concetto Alota

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*