Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Priolo, Maria Sofia eletta sindaco dei ragazzi

Priolo, Maria Sofia eletta sindaco dei ragazzi

Insediati questa mattina il Consiglio comunale e il sindaco dei ragazzi della città di Priolo Gargallo. La cerimonia di proclamazione degli eletti si è tenuta all’interno dell’aula consiliare del Comune.
Sindaco è stato ufficialmente proclamato Maria Sofia La Gumina, del 2° Istituto Comprensivo. Questi i 16 consiglieri: Andrea Maria Mallia, Giuseppe Coco, Miriam Pina Cannella, Matteo Russo, Tommaso D’Agata, Ludovica Biamonte, Mattia Carrubba, Vittoria Nicolosi, Martina Miccichè, Leandro Lucido, Viola Pedara, Sara Bellerino, Alice Maganuco, Cristiano Campione, Nicola Colella, Tommaso Tarantello.
La cerimonia è stata aperta dall’inno nazionale, cantato dal coro del “Danilo Dolci”.
“Quello di oggi – ha detto il presidente del Consiglio Alessandro Biamonte – vuole essere un momento di festa. Grazie al dirigente Lonero e a tutti coloro che hanno collaborato a questo lungo processo. Abbiamo voluto istituire il Consiglio comunale dei ragazzi perché vogliamo trasferirvi qualcosa di importante, gli stessi valori che governano le famiglie, l’amore per i figli, la gestione familiare. Vogliamo farvi innamorare del vostro paese, farvi capire il significato del vivere civile, del rispetto delle Istituzioni, del lavoro che si cela dietro la realizzazione di un campo di calcio o della semplice illuminazione. Vogliamo trasmettere i valori di appartenenza alla comunità, puntando sulla cultura. Vi faremo conoscere il funzionamento di tutta l’Amministrazione pubblica, dal Comune al Governo regionale, dal Parlamento italiano a quello europeo. Noi dobbiamo avere la capacità di ascoltare questi ragazzi, capire qual è la loro visione del paese. Ci riuniremo più volte. Il sindaco dei ragazzi avrà il compito di rappresentare tutta la popolazione scolastica, voi consiglieri quello di rappresentare i vostri colleghi. Noi Consiglieri comunali dovremo percepire tutte le vostre idee per farle diventare attività pratiche. Insieme al sindaco Gianni, Sofia sarà presente alle cerimonie più importanti che caratterizzano questa comunità”.
“La scuola – ha sottolineato il sindaco Gianni – è stata sempre una delle nostre priorità. Tra le prime cose fatte da sindaco c’è quella di chiudere la scuola Pineta, che era piena di amianto. Per la prima volta Priolo ha un Istituto superiore, abbiamo attivato due Master e avremo anche l’Università, grazie all’accordo siglato con la Kore di Enna. Questo affinché tutti possano studiare, anche chi non ha la possibilità di andare fuori paese. Ci siamo attivati per lo sport e i giovani. Ieri abbiamo inaugurato la pista parabolica di pattinaggio, l’unica in Sicilia, abbiamo appaltato la palestra della scuola Di Mauro, appaltati anche 2 playground, abbiamo consegnato nelle scorse settimane i campi di basket e volley a Thapsosland, posizioneremo un playground nelle case popolari e consegneremo presto alla città la palestra del Polivalente e il campo sportivo di San Focà. Stiamo facendo le cose che servono davvero alla città. Ringrazio il presidente Biamonte per aver portato avanti l’iniziativa del Consiglio comunale dei ragazzi, il preside, il corpo docente, tutte le mamme, che con amore vi stanno accanto. A voi ragazzi dico di studiare, la ricchezza culturale vi renderà persone libere. Con questo augurio e con l’auspicio di vederci almeno una volta al mese vi dico Buona Vita”.
“Ringrazio tutti – ha detto il sindaco dei ragazzi, Maria Sofia La Gumina – per la possibilità che mi è stata data di ricoprire un ruolo così importante per la nostra città. Sono onorata della fiducia che hanno riposto in me coloro che mi hanno votata e coloro che mi hanno incoraggiata. Cercherò di creare un collegamento tra la scuola e l’Amministrazione comunale, per la realizzazione di nuovi progetti. Questa esperienza mi permetterà di confrontarmi non solo con i miei coetanei, ma anche con gli adulti, per cercare di rendere migliore questo paese. Alla fine del mio mandato sarò consapevole di come la politica agisca per il bene della nostra città”.
“Insieme a Silvana Mondì, secondo collaboratore dell’Istituto Danilo Dolci – ha affermato il Dirigente Enzo Lonero – rappresentiamo tutta la scuola di Priolo. Sono contento che ci venga data la possibilità di poter agire in sinergia con il territorio e con chi lo rappresenta. Questo progetto ha una valenza formativa; per i ragazzi sarà un pieno esercizio di cittadinanza attiva, cominceranno ad apprezzare l’operato di chi si spende nella politica ogni giorno. Grazie al sindaco e a tutta l’Amministrazione per averci dato la possibilità di partecipare alla vita politica e alla gestione del territorio. Propongo di creare una piccola bacheca nell’aula consiliare per noi”.
Al termine della cerimonia, conclusa dal coro “Danilo Dolci” con la canzone “Heal the World”, è stata posizionata la bandiera della pace insieme alle altre presenti all’interno dell’aula consiliare. Un gesto simbolico, che oggi acquista un valore ancora più importante.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*