Google+

Priolo, rilancio naturalistico se ne discute in un workshop

Da sabato 16 marzo 2019 a martedì 19 il territorio di Priolo Gargallo ospiterà un workshop internazionale che porrà l’attenzione sul rilancio naturalistico del territorio priolese e, in particolare, del sito Natura 2000 ITA 090013 Saline di Priolo. L’Amministrazione Comune e la Lipu, Ente Gestore della RNO Saline di Priolo, si confronteranno con uno dei maggiori esperti di pianificazione di aree verdi a livello europeo, l’Architetto Olandese Lodewijk Van Nieuwenhuijze con quasi 40 anni di esperienza nella programmazione di aree naturalistiche in tutta Europa.

Lodewijk, negli ultimi 25 anni, con il suo studio H + N + SLandschapsarchitecten, ha lavorato sulla qualità del paesaggio. Questa specializzazione ha portato la società ad una profonda esperienza nel settore del recupero dei territori che ha dato al gruppo di lavoro la propria identità. L’esperienza maturata in tanti anni di lavoro sul campo, verrà messa a disposizione della comunità priolese nei prossimi giorni.

Il programma dell’evento, nella prima parte, prevede un intenso scambio di idee e di proposte che porteranno, alla fine dei lavori, alla predisposizione di suggerimenti per rendere maggiormente sostenibile il territorio di Priolo.

Saranno giorni intensi, ha dichiarato Fabio Cilea, Direttore della RNO Saline di Priolo, e utili alla crescita del territorio, alla predisposizione di nuove idee progettuali e, soprattutto, avremo la possibilità di guardare il territorio con occhi diversi, con gli occhi di chi viene da lontano e, speriamo, di chi riesce a scorgere il bello al di là di serbatoi e ciminiere.

I lavori inizieranno già sabato pomeriggio con un sopralluogo sui siti di studio e continuerà nelle giornate successive con tavoli tecnici e ulteriori sopralluoghi nelle aree di maggior interesse del territorio priolese e dell’area protetta Saline di Priolo. Si andrà avanti fino a martedì quando, i diversi architetti, che arrivano da varie parti dell’Europa, consegneranno le loro idee e le loro proposte.

Entusiasta dell’evento si è detto il Sindaco di Priolo Gargallo l’On. Pippo Gianni, da sempre in prima linea a difesa dell’ambiente e in particolar modo del triangolo industriale Augusta, Priolo, Melilli, nel convincimento che industria, rispetto dell’ambiente   e della salute pubblica, possono  conciliarsi se solo vengono poste in essere tutti i sistemi tecnologici che consentono l’abbattimento delle sostanze inquinanti.

Per la realtà che ha vissuto negli ultimi 60 anni, il Comune di Priolo Gargallo si presta in modo perfetto a laboratorio naturale per progettare la rinascita della zona con nuove prospettive e nuove visioni più green. Qui, con una attenta ed oculata gestione del territorio, può essere portato a compimento l’importante progetto di riqualificazione di quella che un tempo era una delle più grandi zone industriali europee e, come la fenice rinasce periodicamente dalle sue ceneri, cosi Priolo Gargallo può sperare di riprendersi parte del suo antico splendore.

L’iniziativa, che riscontra il plauso dell’Assessore Barbara Campione è   coordinata dal direttore della Riserva dott. Fabio Cilea in sinergia con il Dirigente del VI Settore del comune di Priolo Gargallo, Dott. Domenico Mercurio.

Lunedì mattina il Sindaco Gianni, l’ass. Campione e il dirigente Mercurio, incontreranno l’architetto Lodewijk Van Nieuwenhuijze e altri quattro progettisti provenienti da più parti d’Europa per dare il via alla fase conclusiva del Workshop con la consegna delle proposte esecutive.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*