Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Priolo, ritrovata la pistola utilizzata per l’omicidio BoscarinoSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Priolo, ritrovata la pistola utilizzata per l’omicidio Boscarino

Priolo, ritrovata la pistola utilizzata per l’omicidio Boscarino

È stata ritrovata la pistola che avrebbe utilizzato Christian De Simone la sera del 4 dicembre 2016 per uccidere il ventiquattrenne Alessio Boscarino. Gli investigatori hanno eseguito il sopralluogo nella località indicata dall’imputato dove ha riferito di avere nascosto l’arma. Il ritrovamento è avvenuto a pochi chilometri dal centro abitato di Priolo, a ridosso di un rifornimento di carburanti in disusi lungo la strada che porta ad Augusta.  

L’arma sarà adesso sottoposta a perizia balistica e di prova di sparo per riscontrare che sia la stessa utilizzata la sera dell’agguato avvenuto ai giardinetti di via Tasso. Per la difesa di De Simone, condannato in primo grado alla pena dell’ergastolo, si tratta del riscontro più importante alla ricostruzione che di quel delitto ha fatto il collaboratore di giustizia catanese Sebastiano Sardo e lo stesso imputato. Nell’ultima udienza davanti alla corte d’assise d’appello (presidente, Rosario Cuteri, a latere, Stefania Scarlata)e alla presenza del pm Gaetano Bono, De Simone ha raccontato che da diverso tempo la vittima avrebbe minacciato i fratelli De Simone e girava armato di mazza da baseball e con un pittbull al guinzaglio. La sera dell’omicidio i De Simone stavano consumando un panino in un locale pubblico di San Focà, quando sarebbe entrato Boscarino che li avrebbe apostrofati. Tornando a casa, hanno notato che la vettura di Roberto era stata danneggiata e le due mogli si sarebbero barricate in casa.  Boscarino, che si trovava dietro l’angolo dell’abitazione, è stato affrontato da Christian De Simone nonostante il fratello Roberto e Davide Greco avessero cercato di farlo desistere dal suo intento. Con la sua versione dei fatti, De Simone sta scagionando il fratello e Greco, anche loro condannati all’ergastolo in primo grado. 

Gli avvocati Puccio Forestieri e Sebastiano Troia per i fratelli De Simone, e Antonio Zizzi per Greco, hanno intenzione di avanzare ulteriori richieste difensive. La nuova udienza è stata fissata per il primo giugno.  

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube