Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Processo fallimento Sai 8
Il giudice del tribunale si astiene

Processo fallimento Sai 8
Il giudice del tribunale si astiene

Sarà la presidente del tribunale, Dorotea Quartararo, a decidere a quale collegio affidare il processo scaturito dal fallimento della Sai 8, la società che gestiva il servizio idrico integrato. Gli atti sono stati trasmessi dal giudice Carla Frau, che presiede la sezione del tribunale penale – a latere Giuliana Catalano e Liborio Mazziotta – che si è astenuta dal processo che vede imputato il professor Attilio Toscano. Frau ha deciso di esimersi perché, in qualità di giudice per le indagini preliminari, ha già avuto modo di trattare lo specifico caso.

Già il 18 luglio dovrebbe conoscersi il nuovo collegio giudicante che dovrà istruire il processo a carico dell’imputato nei confronti del quale sono cadute le più gravi accuse nei confronti del professor Toscano di concorso in bancarotta per distrazione e, dunque, d’incongruità, di sproporzione e di duplicazione dei compensi professionali ricevuti. Per la difesa del professionista è stata accertata in buona parte la liceità dell’attività professionale prestata a favore di Sai 8. Toscano deve, però, rispondere davanti al tribunale di un pagamento preferenziale riferito al quinto dei complessivi compensi, ritenuti, dalla stessa accusa, nella loro interezza congrui e proporzionati. Compensi, tra l’altro, percepiti da una società di consulenza di cui il professor Toscano non era amministratore. Dal processo è uscito l’avvocato Piero Amara che, come si ricorderà, nello stesso processo, ha patteggiato un anno fa la pena di nove mesi di reclusione.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*