Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Qualità dell’aria, la Procura di Siracusa apre un’indagine

Qualità dell’aria, la Procura di Siracusa apre un’indagine

Una squadra interforze composta dagli agenti del Nictas, dai poliziotti e dai carabinieri di Augusta ad eseguire le indagini per venire a capo del fenomeno della cosiddetta cattiva qualitù dell’Aria. A seguito dei numerosi esposti, denunzie e segnalazioni  da parte di organizzazioni e di singoli cittadini, la Procura della Repubblica di Siracusa ha, infatti,deciso di avviare un’ampia e articolata indagine.

Il Procuratore capo Francesco Paolo Giordano, che ha assunto la titolarità dell’inchiesta,  ha delegato la Polizia Giudiziaria del Nictas (lo speciale nucleo investigativo per la tutela dell’ambiente) collaborata dalla sezione di polizia giudiziaria della Polizia di Stato e da personale della stazione Carabinieri di Augusta, all’acquisizione di dati e documenti presso alcune aziende che operano nel polo petrolchimico. Documentazione e statistiche saranno acquisite anche presso la Provincia Regionale di Siracusa, presso l’Assessorato del Territorio Ambiente di Palermo e presso gli uffici dell’Asp 8 di Siracusa  Sezione Epidemiologia – Patologie cronico degenerative dove vengono raccolti i dati relativi ai decessi per malattie tumorali.

“Le indagini appena iniziate – afferma il procuratore Giordano – costituiscono la base di partenza per accertare non solo eventuali responsabilità da parte delle industrie ma anche a verificare eventuali irregolarità sulle procedure per il  rilascio delle Autorizzazioni (Ministero) nonché quanto sino ad oggi svolto dagli organi deputati al controllo del rispetto della normative ambientale”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*