Home / Se te lo fossi perso / Politica / Regolamento stringente sui caffè concerto: la Giunta difende la scelta

Regolamento stringente sui caffè concerto: la Giunta difende la scelta

Sul nuovo “Regolamento sui caffè concerto”, l’assessore Silvia Spadaro, il dirigente Enzo Miccoli e l’assessore Gianluca Scrofani, hanno spiegato che nel nuovo Regolamento sono contenute norme più stringenti su questa offerta di intrattenimento, “studiate – è stato detto – per contemperare le esigenze di residenti ed operatori economici e per permetterne una serena convivenza”. Previsto l’obbligo per gli esercenti che aderiscono all’iniziativa di organizzare un minimo di 5 eventi; la possibilità di utilizzare gli impianti di amplificazione entro i decibel consentiti dalle leggi e dai regolamenti comunali; la comunicazione dell’evento almeno 5 giorni prima del suo svolgimento per permetterne la massima diffusione.

Salvatore Castagnino si è soffermato sugli aspetti ritenuti carenti del Regolamento: da quelli tecnici del controllo sull’emissione sonora al rispetto delle prescrizioni e all’applicazione delle sanzioni previste; anche Cosimo Burti ha invitato l’Amministazione a ritirare il provvedimento. L’assessore Scrofani nel difendere il provvedimento da adottare subito ha parlato di “Situazione attuale proprio al limite, siamo ad un punto di non ritorno in materia di abusivismo”.

I consiglieri comunali Salvo Sorbello e Cetty Vinci hanno presentato un’interrogazione sulla revoca da parte della Regione di 7milioni 468mila euro per il “Programma integrato per il recupero e la riqualificazione della città”. Il consigliere Salvatore Castagnino ha presentato una mozione riguardante la problematica della sosta per i residenti della zona umbertina a ridosso del piazzale Marconi.

Notizie in merito alle start up e al Registro della bigenitorialità sono state chieste dal consigliere Elio Di Lorenzo, che si è  soffermato sulla correttezza della procedura. Il consigliere Giuseppe Assenza, invece, ha portato all’attenzione dell’aula la comunicazione da parte della Corte dei Conti in merito alla mancata adozione da parte del Consiglio dei correttivi al bilancio consuntivo del 2015. Il consigliere Dario Tota ha chiesto la convocazione del Consiglio sull’argomento.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*