Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Sequestro di attrezzi da pesca in area vietata dell’Area Marina Protetta “Plemmirio

Sequestro di attrezzi da pesca in area vietata dell’Area Marina Protetta “Plemmirio

Importante azione di contrasto al fenomeno della pesca illegale nel corso dello svolgimento dell’attività a tutela della sicurezza della navigazione e della balneazione svolta dagli uomini e donne della Guardia Costiera di Siracusa a mare ed a terra nel fine settimana lungo tutta la giurisdizione costiera. Grazie infatti ad una tempestiva segnalazione da parte dell’Area Marina Protetta “Plemmirio” alla dipendente Sala Operativa, nel primo pomeriggio di ieri, la Motovedetta CP 764, già impegnata nell’attività “Mare Sicuro 2019”, è intervenuta in località “Cala Zaffiro” per verificare la presenza, in zona non consentita, di attrezzi da pesca. A seguito dell’attività si è provveduto al sequestro di 89 nasse calate abusivamente in mare in zona B dell’Area Marina Protetta liberando il pescato ancora vivo. L’attività svolta rappresenta un altro esempio dell’impegno comune tra la Guardia Costiera e l’Area Marina protetta volto a garantire, all’intera comunità, di fruire di quelle eccezionali bellezze naturalistiche che Siracusa offre ad una platea di appassionati e fruitori provenienti da tutto il mondo, pur garantendo il rispetto delle norme a protezione degli habitat marini e costieri. Tutte le segnalazioni è possibile contattare la Sala Operativa della guardia Costiera di Siracusa mentre per l’emergenza in mare è attivo il numero blu 1530 gratuito sul tutto il territorio nazionale ed attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*