Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Sequestro preventivo della centrale di sollevamento liquami di Siracusa

Sequestro preventivo della centrale di sollevamento liquami di Siracusa

Sequestro preventivo della centrale di sollevamento liquami sita in contradaFusco” del Comune di Siracusa e gestita dalla società “Siam” S.p.A., emesso dal G.I.P. del Tribunale di Siracusa, a seguito di una lunga e complessa attività d’indagine coordinata dal Procuratore Aggiunto Fabio Scavone della Procura della Repubblica di Siracusa.

A seguito di indagini di Polizia Giudiziaria condotte dagli uomini della Guardia Costiera e del Nucleo Operativo del Corpo Forestale di Siracusa già avviate nell’estate 2016 é stato accertato che, in più circostanze, da una condotta della centrale di sollevamento sita in contrada “Fusco” venivano sversati i reflui non depurati sull’adiacente canale “Grimaldi” per poi sfociare all’interno del Porto Grande di Siracusa, area di notevole interesse paesaggistico nonché area individuata come S.I.N. (Sito di Interesse Nazionale). Dalle risultanze analitiche di laboratorio eseguite a seguito di ripetuti campionamenti è emersa una massiccia contaminazione da reflui fognari delle acque che scorrono all’interno del predetto canale, caratterizzate da solidi sospesi totali, escherichia coli, azoto ammoniacale e azoto nitroso. Dalle indagini empiriche, condotte anche con appostamenti notturni, gli accertatori hanno potuto individuare la condotta proveniente dalla centrale “Fusco”, realizzata solo per far fronte ad eventi emergenziali di “troppo pieno” ed invece utilizzata per scaricare direttamente all’interno del canaleGrimaldi” i reflui civili non trattati dal ciclo della depurazione.

Inoltre, il susseguirsi di sopralluoghi ed ispezioni presso la centrale di sollevamento di contrada “Fusco” ha permesso agli investigatori di monitorare il funzionamento d’insieme della stessa centrale, constatando in tal modo l’incapacità della stessa ad assicurare il normale ciclo di depurazione di reflui civili provenienti dal Comune di Siracusa e dai Comuni viciniori (Solarino e Floridia) anche in situazioni di prolungate precipitazioni piovose, arrecando ripetute fuoriuscite di liquami dalle vasche di raccolta con allagamenti dei terreni circostanti e consentire ai liquami di finire indirettamente nel canale Grimaldi (e quindi nel Porto Grande di Siracusa).

La centrale di sollevamento di contrada Fusco è stata nelle more affidata in custodia giudiziale al legale rappresentante della Società che gestisce il servizio di depurazione delle acque nella città di Siracusa. I reati ipotizzati dalla Procura della Repubblica sono distruzione e deterioramento di habitat naturale ed immissione di rifiuti di qualsiasi genere, allo stato liquido e solido nelle acque superficiali o sotterranee.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube