Home / News Covid19 / Servizio 118 sospeso a Palazzolo, Gallo: “Solo per emergenza Covid”

Servizio 118 sospeso a Palazzolo, Gallo: “Solo per emergenza Covid”

I Comuni del comprensorio ibleo, già di per se disagiati dalla non vicinanza alle strutture ospedaliere, sono privati oggi delle ambulanze e del pronto intervento del 118. Con la chiusura temporanea dei presidi di Palazzolo Acreide e spostando quello di Canicattini Bagni a Siracusa, ad Ortigia, per il sindaco di Canicattini si “stanno facendo scelte discrezionali tra le comunità da servire”. Fa eco il vice presidente di Anci Sicilia, Paolo Amenta che “in presenza di un aumento dei contagi Covid in provincia, il numero telefonico dell’Usca non risponde, venendo così meno un punto di riferimento importante per le comunità, i pazienti e gli amministratori pubblici a cui questi disperati si rivolgono. Non è possibile che in un Comune come Canicattini Bagni da un anno ormai l’Ambulatorio di Igiene Pubblica è privo dell’Ufficiale sanitario. Dispiace, purtroppo, continuare a sottolineare come il Distretto sanitario siracusano continui a segnare il passo, anzi a peggiorare, nonostante le critiche e le rimostranze emerse in questi mesi di pandemia. Credo che il Presidente della Regione, l’Assessore regionale alla Sanità e la Direzione dell’Asp di Siracusa, debbano delle risposte su questi problemi, rassicurando i cittadini e garantendo servizi efficienti e di qualità».

La chiusura del presidio del 118 a Palazzolo è strettamente legata all’emergenza sanitaria e ai casi di contagio che si sono registrati di recente. Il sindaco Salvatore Gallo spiega che si tratta di uno stop temporaneo del servizio e che dovrebbe durare non più di una settimana. In ogni caso, ribadisce il primo cittadino, continuano ad essere regolarmente funzionanti il Pta e il servizio di guardia medica.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube