Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Siracusa, ai domiciliari la donna che tentò il suicidio e di uccidere il figlio

Siracusa, ai domiciliari la donna che tentò il suicidio e di uccidere il figlio

Udienza carica di tensione ma soprattutto di profonda umanità quella vissuta ieri mattina. Dinanzi al Gip del tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, infatti, è comparsa la donna di 47 anni ,che venerdì mattina ha tentato di togliersi la vita e di toglierla a sua volta al figlio disabile psichico, attraverso l’inalazione dei gas discarico della sua automobile. La donna ha sostanzialmente riferito di avere messo in atto il proposito insano, perché stanca di vedere soffrire il figlio, menomato dalle condizioni psichiche cagionevoli. L’arrivo provvidenziale di un passante, incuriosito per il tubo d scappamento dell’auto che era collegato artigianalmente con l’abitacolo, ha evitato il peggio. Il fatto è accaduto venerdì e trae origine dal gesto di una madre che insieme col figlio minorenne, dopo essere uscita di casa si è diretta a bordo della propria autovettura a Marina di Priolo per tentare il suicidio e condannare a morte certa anche il proprio figlio.

Per fortuna l’insano gesto è stato evitato grazie all’intervento di un passante trovatosi li, in quanto proprietario di una piccola imbarcazione ormeggiata nelle vicinanze. Provvedeva a far fuoriuscire i gas di scarico ormai presenti nell’abitacolo e chiamare il 112. I Carabinieri hanno constatato che la donna uscita di casa da Siracusa in mattinata si era munita di un tubo di plastica e di un nastro adesivo, utilizzati in seguito per attuare il proprio piano,inoltre la stessa poco prima di giungere a Marina di Priolo aveva ingerito circa dieci compresse di un forte ansiolitico, il “Tavor”facendone ingerire la stessa quantità al figlio. I Carabinieri hanno trovato un foglietto di carta sul quale la donna aveva scritto le sue ultime volontà. Il Gip ha disposto per l’indagata la misura cautelare degli arresti domiciliari presso una struttura sanitaria del capoluogo.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*