Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Siracusa. Armi e droga: operazione della Squadra Mobile, arrestato Giuseppe Crispino

Siracusa. Armi e droga: operazione della Squadra Mobile, arrestato Giuseppe Crispino

Un’operazione della Squadra Mobile della polizia di Stato di Siracusa nel tardo pomeriggio di ieri nella quale è stato arrestato il pregiudicato Giuseppe Crispino di 40 anni (nella foto) considerato uomo di fiducia del clan Trigila.

L’accusa è di spaccio di droga e possesso di armi clandestine. L’uomo è sospettato dagli investigatori di essere il reggente del Clan Trigila che opera da sempre nella zona sud della provincia di Siracusa con epicentro nella cittadina di Noto. Su Crispino la pesante accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso, con reati già commessi che vanno dall’estorsione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato colto in flagranza di reato. Nel corso dell’operazione, gli agenti hanno effettuato una perquisizione in un locale adibito a cantina, di cui il Crispino ha l’uso esclusivo, che ha consentito di rinvenire e sequestrare 640 grammi di cocaina, 2.555 euro in contanti, 4 pistole, di cui due con matricola abrasa ed un provento di rapina, oltre a 149 cartucce di calibro 38 e 7,65, vari bossoli esplosi, una cartuccia calibro 9, vario materiale utilizzato per il confezionamento della droga e una maschera carnevalesca. L’uomo dopo le incombenze di rito è stato condotto nel carcere di Cavadonna.

Concetto Alota

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube