Google+

Siracusa calcio, arrivata la Pec del presidente federale

La Federcalcio ha già inviato ieri sera per PEC le lettere, a firma del Presidente Federale Gabriele Gravina, con cui detta le rigorose prescrizioni per quei soggetti giuridici che aderiranno ai bandi per le manifestazioni di interesse emanati dai Sindaci delle Città di Palermo, Foggia, Siracusa e Matera. In applicazione dell’art.52 comma 10 delle NOIF la Federcalcio, con disappunto generale, ha imposto al Palermo Calcio di versare 1 milione di Euro a fondo perduto, al Foggia Calcio 500 mila Euro, mentre per Siracusa e Matera, ritenuto il limitato bacino di utenza e la oggettiva difficoltà di trovare dei seri ed adempimenti investitori, il contributo a fondo perduto sarà quello minimo e dunque di 300 mila euro.

A questo si dovranno aggiungere i 31 mila euro per l’iscrizione al torneo di Serie D, 19 mila Euro per l’affiliazione alla Federcalcio ed i 6 mila Euro per l’anticipazione dei contributi di tesseramento e di assicurazione obbligatoria per complessivi 56 mila Euro. Sul fronte societario prende sempre più corpo l’ipotesi che, con la stretta e funzionale collaborazione della Famiglia Cutrufo, sia la cordata capeggiata dell’imprenditore Marcello Giavarini, nativo di Licata ma residente e con aziende nel campo della logistica e dei trasporti in Bulgaria e Romania, che presenterà al Sindaco Francesco Italia entro le ore 24 di martedì 23 luglio il business plan con la relativa manifestazione d’interesse.

Via Farini già Presidente dell’Akragas Calcio fino al 2017 lasciò i biancazzurri dei Templi, dopo tante polemiche con il Sindaco di Agrigento Firretto, nelle mani del socio di minoranza Alessi che poi dopo una meritata salvezza non iscrisse la squadra alla serie C. Antonello Laneri, sempre molto attivo per la causa azzurra, è il filo conduttore di questo progetto tecnico organizzativo. Intanto gli abbonamenti in prenotazione hanno già toccato quest’oggi il numero di 250 e lunedì, dalle 17 alle 19 la sala stampa del De Simone sarà ancora aperta alle nuove sottoscrizioni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*