Home / Primo Piano / Il Siracusa centra la prima vittoria contro il Matera dell’ex Auteri

Il Siracusa centra la prima vittoria contro il Matera dell’ex Auteri

Siracusa-Matera 2-1

Siracusa: Santurro, Turati, Diakité, Sciannamé, Brumat, Giordano, Spinelli, Dentice, Catania (47’ st Talamo), Scardina (34’ st Dezai), Cassini (12’ pt Palermo). A disp: Serenari, Baiocco, Longoni, De Respinis, De Vita, Degrassi, Pirrello, Toscano. All: Sottil.

Matera: Bifulco, Piccinni, De Franco, Ingrosso, Di Lorenzo, Armellino, Iannini, Casoli (30’ st Louzada), Strambelli, Negro, Carretta (23’ st Sartore). A disp.: D’Egidio, Scognamillo, De Rose, Meola, Papini, Gigli. All.: Auteri.

Arbitro: Pierantonio Perotti di Legnano.

Marcatori: 18’ st Iannini (M), 20’ st e 25’ st Catania (S)

Ammoniti: Sciannamé (S), Brumat (S), Palermo (S), Santurro (S); Piccinni (M).

Prima soddisfazione stagionale per il Siracusa, che un po’ a sorpresa batte 2-1 il Matera (primo stop per i lucani): gli ospiti prendono un palo in avvio con Casoli e poi, a metà ripresa, sbloccano il punteggio con un bel colpo di testa di Iannini. Sembra tutto facile per l’undici dell’ex Auteri, ma non è così: già al 66′ arriva l’1-1 firmato di Catania, lo stesso attaccante concede il bis al 71′ con una conclusione precisa da posizione ravvicinata. Tre punti d’oro per la squadra di Sottil, che attende gli altri risultati della giornata per tirare le somme. Il passo in avanti in classifica è, comunque, importante.

Al 16′ è il Matera a farsi pericoloso con un palo esterno colpito da Casoli. Al 39′, il Siracusa sfiora il vantaggio con Cassini ma è Bifulco a opporsi con i piedi. Nel secondo temèpo tutti i gol. Al 63′ Matera in vantaggio con un colpo di testa di Iannini. Sembra ancora una partita da calvario per gli azzurri, che però si scuotono e pareggiano tre minuti dopo con Catania. Al 71′, ancora il bomber Catania che approfitta di una palla vagante, controlla in area di rigore e fulmina il portiere materano. 2-1 che rimane fino al termine della partita per la gioia dei tifosi sugli spalti del De Simone.

SOTTIL: “HO VISTO IL SIRACUSA CHE VOGLIO”. Soddisfatto a fine gara l’allenatore Andrea Sottil: “Finalmente ho visto il Siracusa che voglio. Bravissimi tutti – ha detto – non era facile ma abbiamo una partita perfetta.  Oggi è cambiato il piglio perché ad esempio il primo tempo non è stato come quello di Melfi. Abbiamo creato nel corso dei due tempi, siamo stati molto molto bravi, e questo è un punto di partenza”.

CATANIA. “ATTEGGIAMENTO GIUSTO E FAME DI VITTORIA”. In sala stampa anche uno dei protagonisti del match, l’attaccante Emanuele Catania. “Era una partita troppo importante per noi, avevo detto che volevamo vincere e non ci bastava il pareggio qualcuno mi ha preso per pazzo. Ma il calcio è bello per questo – ha detto Catania -. Con l’atteggiamento giusto e la fame si riescono a fare cose incredibili, oggi è la dimostrazione di tutto ciò. Loro sono una squadra forte, ma era questa la partita che abbiamo preparato. Abbiamo fatto una prova eccezionale. La doppietta? Per me oggi era importante solo il risultato, non meritavamo assolutamente di avere così pochi punti in questo avvio. Sono felice per il gruppo, ci abbiamo sempre creduto, ma da adesso dobbiamo cominciare a pensare solo alle prossime due trasferte. Ora il campionato deve cambiare, è l’atteggiamento che fa la differenza e se da adesso continuiamo così ci possiamo veramente divertire”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*