Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Siracusa, controlli a tappeto dei carabinieri in Ortigia

Siracusa, controlli a tappeto dei carabinieri in Ortigia

Nelle ultime ore, e con particolare riferimento alla giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Siracusa, su disposizione del Comandante Provinciale, Col. Luigi Grasso, al fine di fornire una adeguata risposta alle richieste ed aspettative di sicurezza da parte dei cittadini, hanno attuato un vasto ed articolato servizio di controllo del territorio anticrimine che ha riguardato molteplici ambiti operativi nella giurisdizione della locale Compagnia e, con particolare riferimento, al comune di Siracusa. Le attività, a cui hanno preso parte oltre 60 Carabinieri supportati da una unità aerea del Nucleo Elicotteri di Catania, oltre ai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro, del NAS di Ragusa, intervenuti con la collaborazione di personale dell’ASP e della Polizia Municipale di Siracusa, e personale dell’ENEL, sono state incentrate su numerosi posti di controllo alla circolazione stradale.

I militari del NAS di Ragusa, al mercato ittico di Siracusa sono stati sequestrati oltre 30 kg. di prodotti ittici: in un caso perché posti in vendita da un commerciante non in possesso di licenza e in un secondo perché messi in vendita privi di tracciabilità. I 5 kg. di prodotti ittici sequestrati al venditore privo di licenza sono poi stati donati in beneficenza a una casa di riposo poiché il prodotto era accompagnato da documenti che ne consentivano la tracciabilità, mentre altri 25 kg. di pesce, privi invece di tracciabilità, sono stati sequestrati e destinati alla distruzione. Ad esito di un ulteriore controllo effettuato anche con la collaborazione della Polizia Municipale e personale dell’ASP di Siracusa, è stata sospesa una attività di ristorazione diOrtigia poiché le condizioni igienico sanitarie in cui venivano preparate le pietanze erano del tutto carenti.

I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno invece proceduto al controllo di due cantieri edili: per una delle imprese sottoposta ad accertamenti, che stava lavorando ad una ristrutturazione di uno stabile di proprietà privata in zona Grottasanta, sono state avviate le procedure per la sospensione dell’attività poiché è stato accertato l’impiego di due lavoratori in nero sui quattro presenti al momento del controllo.

 “Si è trattato di un’operazione ad alta visibilità ed a forte impatto sul territorio con finalità preventive, una strategia innovativa, studiata allo scopo di contrastare episodi delittuosi riconducibili a fenomeni di criminalità predatoria, spiega il Comandante Provinciale, Col. Luigi Grasso.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*