Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Siracusa – Domani bracciata in Area Marina Protetta Plemmirio

Siracusa – Domani bracciata in Area Marina Protetta Plemmirio

SIRACUSA 10 agosto 2021 – Una bracciata di tre chilometri e mezzo in Area Marina Protetta Plemmirio per promuovere l’utilizzo della nuova Corsia 10 e valorizzare il nuoto come mezzo di fruizione ecosostenibile, per eccellenza, del mare.

Domani un nuotatore esperto, con la supervisione del personale del Consorzio Plemmirio, si tufferà dalla zona A per percorrere poi con la tecnica del nuoto di fondo tutta la “Corsia 10” fino allo Sbocco 22, che rappresenta la parte finale del percorso, al fine di fornire un esempio di fruizione e di conoscenza ecosostenibile del territorio, da un osservatorio privilegiato quale è il mare del Plemmirio.

“Il mare si vive nuotandolo” è pertanto l’invito che si intende veicolare in un luogo simbolo di amore per il mare, l’Area Marina Protetta Plemmirio, utilizzando “Corsia 10” inaugurata quest’anno e dedicata proprio ai nuotatori.

<<Da quando è stata inaugurata Corsia 10 – afferma Sabrina Zappalà coordinatore consortile e direttore F.F. dell’AMP Plemmirio – abbiamo registrato un grande interesse da parte di nuotatori non solo italiani ma anche provenienti dall’estero, che apprezzano di potere fare una lunga nuotata nel mare del Plemmirio, in sicurezza e senza perdere l’orientamento. L’iniziativa di domani vuole pertanto rappresentare un esempio delle grandi potenzialità del territorio attraverso una corretta fruizione della risorsa mare>>.

Domani alle 8,30, sarà Marco Cataudo, 40 anni, un istruttore apneista siracusano trapiantato a Torino, a tuffarsi a partire dalla grande boa gialla di delimitazione della zona di maggiore protezione, e a percorrere, bracciata dopo bracciata, sotto l’occhio attento del personale dell’Area Marina Protetta Plemmirio, il percorso che comprenderà oltre ai luoghi simbolo dell’oasi marina, la Corsia 10 fino all’ultima boa posta all’altezza dello Sbocco 22.

*Corsia 10 è un percorso di 1000 metri, segnalato da 10 boe di colore giallo numerate, una ogni 100 metri posizionate lontano da posidonia, in spazi sabbiosi privi di rocce o vegetazione.

Un tratto di mare del Plemmirio, da via dei Diamanti passando per Capo Meli e fino a via dell’Onice, riservato ai bagnanti e nuotatori, che potranno muoversi parallelamente alla costa nella fascia dei 300 metri, senza rischiare di nuotare verso i campi ormeggio ed eliminando così il pericolo di trovarsi in prossimità di imbarcazioni a motore in navigazione o intente alle manovre di ormeggio.

La permanenza della corsia sarà stagionale, da giugno a settembre.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube