Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Siracusa, i mercati rionali continuano a funzionareSiracusaLive | SRlive.it
Home / economia / Siracusa, i mercati rionali continuano a funzionare

Siracusa, i mercati rionali continuano a funzionare

I mercati rionali e settimanali continueranno a funzionare nel periodo di permanenza di Siracusa in zona arancione voluto dalla presidenza della Regione. È quanto ha deciso il sindaco, Francesco Italia, che ha chiesto all’assessore alla Polizia municipale, Dario Tota, di predisporre i servizi necessari affinché l’attività di commercio ambulante avvenga in sicurezza per operatori e clienti e nel rispetto delle disposizioni contro la diffusione del Covid-19.

    Gli accertamenti sono scattati già ieri al mercato settimanale di piazza Santa Lucia, sia all’interno che all’esterno dell’area. I controlli sono stati compiuti da 12 agenti, tra personale della sezione Annonaria e pattuglie della Municipale; presente sul posto anche l’assessore Tota. Oltre a evitare gli assembramenti e a sorvegliare sul corretto uso delle mascherine (due persone sono sono state multate perché non la indossavano), gli agenti hanno sanzionato alcuni ambulanti abusivi, a cui è stata sequestrata la merce. Gli accertamenti proseguiranno nei prossimi giorni negli altri mercati.

    «Ringrazio – ha detto il sindaco Italia – l’assessore Tota, il comandante e gli agenti della Municipale per l’impegno che stanno mettendo in questi servizi. Dobbiamo fare di tutto affinché le necessarie misure di contrasto alla pandemia condizionino il meno possibile la nostra quotidianità ma per farlo è necessaria la collaborazione di tutti. I controlli nei mercati, per altro, servono a non bloccare un settore non florido e già colpito dal Covid con ripercussioni sulle famiglie degli operatori».

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*