Home / Primo Piano / Siracusa in distribuzione le carte di debito per la spesa

Siracusa in distribuzione le carte di debito per la spesa

Parte il secondo step relativo alla distribuzione dei buoni relativi al contributo di 200mila euro destinati a Siracusa dallo Stato per fare fronte all’emergenza economica legata al Covid 19. La novità principale riguarda non più la distribuzione di bonus alimentari ma delle carte di debito con l’importo calibrato al numero dei componenti del nucleo familiare e al reddito denunciato che non superi il cosiddetto minimo vitale. La card servirà per fare spese nei supermercati di generi di prima necessità. La distribuzione avverrà ai 2.200 nuclei familiari delle 6mila domande presentate all’assessorato alle Politiche sociali. Gli stessi nuclei familiari riceveranno anche una busta spesa e una card prepagata per attingere l’acqua alla casa dell’acqua potabile, nei tre punti di erogazione in via Gaetano Barresi, viale Santa Panagia e via Ozanam. Qui sarà possibile prelevare l’acqua gratis fino al 30 settembre.A ciò si aggiunge un punto d’acqua mobile, rappresentato da un furgoncino con il bidone d’acqua che girerà tutti i quartieri della città.

Il sindaco Italia e l’assessore Furnari, insieme con i funzionari del comune hanno spiegato come avviene la consegna delle card. Per nuclei familiari di 5 persone, tocca una card spesa di 200 euro, 2 buste con la spesa e una tessera acqua. Per nuclei familiari di 3 persone, la card contiene 100 euro. Mentre ancora ci sono intoppi per l’erogazione del contributo spesa della Regione siciliana, alle persone anziane o che vivono da sole o in coppia in casa, è previsto un contributo di 100 euro attinto al tesoretto di 30mila euro che il Comune di Siracusa ha messo da parte, frutto di donazioni di imprenditori e cittadini privati.

La distribuzione delle carte di debito, delle buste della spesa e delle card pre pagate avviene attraverso il personale della Protezione civile e delle associazioni di volontariato mentre i controlli delle autocertificazioni avvengono attraverso l’incrocio dei dati del reddito di cittadinanza.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*