Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Siracusa, la Prefettura avvia lo sportello per la ricerca di fondi europei

Siracusa, la Prefettura avvia lo sportello per la ricerca di fondi europei

A seguito degli incontri con Anci Sicilia e con gli Enti locali, il Prefetto di Siracusa Giusi Scaduto ha dato avvio allo Sportello per lo scouting dei fondi europei e per il supporto alla progettazione, attività programmata da tempo ma riorganizzata per sostenere la resilienza dei Comuni nell’affrontare l’attuale fase di crisi sociale generata dalla pandemia.

Il progetto, finanziato dal Ministero dell’interno nell’ambito del Pon Legalità e gestito dalla società EY Advisory, prevede la possibilità per i Comuni di interagire con consulenti esperti di fondi europei, per individuare e gestire al meglio le risorse disponibili nell’ambito delle politiche di coesione.

Al fine di sostenere la capacità amministrativa degli enti, è stato inoltre organizzato un programma di webinar che ogni due settimane consentirà ai Comuni di affrontare argomenti di grande interesse e attualità in questa fase. Sarà realizzata una sessione dedicata alla programmazione europea attuale (periodo di programmazione 2014-2020) e futura (2021-2027), per individuare le nuove possibilità che si aprono per fronteggiare la crisi. Ulteriori sessioni specifiche saranno incentrate su welfare (il piano del governo per gli aiuti alimentari) e immigrazione (i fondi del Ministero dell’Interno per l’integrazione dei migranti), nonché su aspetti tecnici relativi agli appalti pubblici (impatti dei decreti governativi sul codice dei contratti) e  all’europrogettazione  (redazione  delle  proposte  progettuali  e project

management). Un approfondimento specifico sarà dedicato alle iniziative di sviluppo urbano sostenibile promosse dall’Unione Europea.

Lo Sportello è attivo il martedì e il giovedì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19.00.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*