Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Siracusa, il M5S: “Ecco perché no alla privatizzazione dei parcheggi”SiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Politica / Siracusa, il M5S: “Ecco perché no alla privatizzazione dei parcheggi”

Siracusa, il M5S: “Ecco perché no alla privatizzazione dei parcheggi”

Per il movimento cinque stelle la gestione dei parcheggi a pagamento deve rimanere al comune aretuseo. Fino al 2012 i siracusani hanno avuto a che fare con la gestione privata di cui era responsabile la Gepa. Nel settembre del 2012, il Comune decise di revocare il servizio per irregolarità contributiva, e questa circostanza determinò il ritorno alla gestione in house del servizio.

Uno degli ultimi documenti firmati dall’ex sindaco Visentin fu quello nel quale si sarebbe indetta una nuova gara di appalto per il servizio parcheggi che, però, andò deserta. Il 7 agosto 2013, la Giunta Garozzo firmò un atto con il quale confermò la gestione in house del servizio strisce blu e parcheggi. Nella relazione allegata, il Settore Mobilità e Trasporti era stato chiaro: «i circa 1000 stalli delle strisce blu potrebbero fare incassare al Comune circa 420 mila euro l’anno». «Per i parcheggi Molo e Talete, dal riscontro con il dato della GEPA, ci potrebbe essere un incasso annuo di quasi 400 mila euro». «Il servizio di check point dei bus turistici ha determinato un incasso annuo di quasi 600 mila euro, mentre grandi potenzialità offre il parcheggio “Von Platen” se fosse attrezzato in maniera adeguata per i camper o parcheggio in convenzione».

Durante la gestione in house del servizio, gli introiti per le casse pubbliche sono progressivamente aumentati fino a quadruplicarsi nel corso 2016, tanto da coprire le spese che si aggirano sui 292 mila euro nel 2014, relative al pagamento dell’illuminazione dei parcheggi, alla manutenzione dei parcometri, al servizio di ritiro e consegna delle monete e all’acquisto di attrezzature come le telecamere, lasciando un ampio margine di utile per l’amministrazione.

Per i pentastellati sarebbe più logico impiegare maggiori risorse per ottimizzare le aree attuali (come il parcheggio Von Platen). Progettare degli efficienti parcheggi di interscambio nelle zone di ingresso in città investendo in servizi rapidi di bus navetta. Invece no, il Sindaco e la Giunta hanno firmato la delibera del 4 agosto, per dare mandato al dirigente del Settore Mobilità di studiare un nuovo modello di gestione dei parcheggi pubblici a pagamento da affidare ai privati.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*