Google+

Siracusa. Michele Mangiafico, tassa di soggiorno 2020: concertazione con la città, poste di bilancio credibili e scelta tra servizi essenziali

Tassa di soggiorno 2020: concertazione con la città, poste di bilancio credibili e scelta tra servizi essenziali
Il dibattito “politico” sull’eliminazione della tassa di soggiorno nel 2020 a beneficio del settore turistico o, viceversa, sulla sua reintroduzione, a copertura del bilancio comunale, resta “parziale” in assenza di una lettura amministrativa del consuntivo del 2019 e del bilancio di previsione 2020, per capire come stanno realmente le cose.
Iniziamo col fornire all’opinione pubblica un dato reale: nel 2019 il Comune di Siracusa ha incassato sul capitolo relativo alla tassa di soggiorno circa 2 milioni di euro. Il resto è storia: dall’8 marzo è intervenuto il lockdown determinato dal nuovo coronavirus, a partire dal mese di giugno la stagione turistica è timidamente ripartita con le misure di sicurezza previste dalle normative.
Il 27 maggio 2020, la Giunta comunale approva la Delibera numero 51 in cui conferma al capitolo 940 di entrata della tassa di soggiorno 2 milioni di euro e li riversa nei capitoli di uscita del proprio piano esecutivo di gestione, declinandoli in alcuni servizi che abbiamo meglio evidenziato di seguito:

Capitolo Descrizione Importo

13876 Manutenzione bus e veicoli elettrici di proprietà comunale 180.000,00
13874 Spese per servizio trasporto pubblico 135.000,00
19044.33 Servizi connessi ai bus navetta 442.000,00
27300.3 Infrastrutture ed attrezzature turistiche del porto, zone balneari e parcheggi 270.000,00
9845 Attività culturali diverse 220.000,00
11901 Concorso spese festa di Santa Lucia 20.000,00
11901.2 Concorso spese feste patronali 7.000,00
11901.3 Concorso spese festa di Sant’Anna 3.000,00
11901.4 Concorso spese festa San Sebastiano 3.000,00
11901.5 Concorso spese festa dell’Immacolata 3.000,00
11901.6 Concorso spese feste archimedee 15.000,00
11901.7 Concorso spese premio Tonino Accolla 15.000,00
11901.8 Concorso spese Ortigia Film Festival 18.000,00
11901.11 Concorso spese regata storica dei quartieri 2.000,00
2361.3 Manut. ordinaria immobili comunali destinati ad attività culturali e turistiche 70.000,00
12346 Luminarie durante le festività 100.000,00

Le domande che interrogano questa deliberazione di Giunta Municipale sono: a) è credibile prevedere che nel 2020 il Comune di Siracusa incasserà la stessa somma dalla tassa di soggiorno che ha incassato nel 2019, considerato tutto ciò che è avvenuto? b) L’Amministrazione comunale intende comunque erogare i servizi sopra descritti anche a rischio di determinare debiti fuori bilancio?
La proposta è quella di una concertazione con i portatori di interessi diffusi riguardanti il settore turistico-ricettivo da una parte e coloro che vengono coinvolti dai servizi sopra descritti affinché ci sia una partecipazione ampia e responsabile ai processi decisionali per capire se ci siano i presupposti per introdurre la tassa di soggiorno, quale sia una posta di entrata credibile e, di conseguenza, quali di questi servizi possano essere mantenuti nell’anno in corso.
Un’operazione “verità e partecipazione” che eviterebbe inevitabili aspettative disilluse da una parte o dall’altra tra tutte quelle coinvolte tra questi, tanti, legittimi interessi diffusi e nel superiore interesse collettivo di tutta la città.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*