Google+
Ultime Notizie

Siracusa. Nell’Ottava di Santa Lucia un vile atto di sabotaggio contro “Teleuno Tris”

Tra le sacre colonne della Cattedrale di Siracusa si è registrato un vile atto contro la libertà di stampa; un miserabile gesto portato a termine da qualcuno che ha colpito il lavoro della troupe di “Teleuno Tris”. Il motivo rimane un mistero, ma è chiara la volontà scoppiata sicuramente dalla vecchia invidia innata. Altrimenti da che cosa?

È successo nel giorno dell’Ottava della Festa della Patrona di Siracusa all’interno del Duomo, dove insiste attigua la sede della Curia Arcivescovile (ovviamente è da escludere ogni qualsiasi responsabilità da parte della Curia la quale ha acconsentito da sempre alla diretta televisiva da parte di Teleuno Tris che ha realizzato anche in quella occasione circa 8 ore di trasmissione). Un corto circuito causato da uno spillo inserito intenzionalmente nel cavo coassiale che trasporta il segnale all’antenna del ripetitore per il collegamento della trasmissione, ha oscurato per pochissimo tempo gli schermi televisivi dei telespettatori. Il tempestivo intervento dei tecnici dell’emittente televisiva, che hanno inviato il segnale da un’altra fonte subito messa in funzione, ha evitato l’interruzione della diretta delle ultime fasi della festività di Santa Lucia.

Che cosa dire a chi si è comportato con tanta meschina codardia? Rimani un infelice individuo senza il coraggio delle proprie azioni.

Concetto Alota

 

Un commento

  1. IO HO LAVORATO PER 4 ANNI CIRCA HA TELEUNO TRIS CHE E STATA SEMPRE L’UNICA EMITTENTE AD OCCUPARSI IN MODO CORRETTO E SENZA SCOPO DI LUCRO ALLA FESTA DELLA PATRONA PER DARE UN SERVIZIO CHE I SIRACUSANI ASPETTANO OGNI DICEMBRE E MAGGIO. ABBIAMO SEGUITO E NON SENZA SACRIFICI LE FASI SALIENTI DELLA PROCESSIONE SIA DEL 13 E DEL 20 PER ACCONSENTIRE alle PERSONE ANZIANE I MALATI E LA POSSIBILITA DI ESSERE PRESENTI ALLA FESTA ,PERCIO’ CONOSCO FIN TROPPO BENE I SACRIFICI ED IL LAVORO INCESSANTE OLTRE CHE DELLA TROUPE DI TUTTI COLORO CHE SI OCCUPANO DAL MONTAGGIO DEI PONTI FINO ALLA REGIA IN STUDIO. IL O I RESPONSABILI DEL GESTO DEVONO SOLTANTO CAPIRE CHE COLPIRE LA TELEVISIONE CHIUNQUE SIA IN UNA OCCASIONE COSI IMPORTANTE PER LA CITTA’ ,NON COLPISCE L’EMITTENTE MA TUTTI COLORO CHE LA SEGUONO IN QUESTA GRANDE FESTA PATRONALE E PUO’ ANCHE DARSI CHE TRA I TELESPETTATORI CI SIA TUA MADRE O PERSINO TUA NONNA,METTITI NEI LORO PANNI,SONO SICURO CHE LA PROSSIMA VOLTA CI PENSERESTI 1000 VOLTE PRIMA DI FARLO.
    SALVO RIZZA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*