Home / Primo Piano / Siracusa, rocambolesco inseguimento in viale Scala Greca: arrestati due topi di appartamento, entrambi siracusani

Siracusa, rocambolesco inseguimento in viale Scala Greca: arrestati due topi di appartamento, entrambi siracusani

Alle ore 20.00 di ieri, agenti delle Volanti hanno arrestato Merlino Giovanni di 35 anni e Merlino Steven di 20 anni, zio e nipote, entrambi siracusani, per i reati di furto in abitazione e resistenza a Pubblico Ufficiale.

A seguito della recrudescenza di furti, che nei giorni scorsi sono stati perpetrati ai danni di esercizi commerciali e di private abitazioni, il Questore ha disposto un immediato ed efficace piano di controllo del territorio finalizzato al contrasto del citato fenomeno per fornire un pronto riscontro alla richiesta di sicurezza dei cittadini ed, in particolar modo, delle categorie imprenditoriali.

In tale contesto, nella serata di ieri, una delle volanti, in servizio di controllo del territorio, veniva avvisata di un probabile furto perpetrato in una villetta di via Modica.

Avendo una sommaria descrizione dei ladri e dell’autovettura con la quale si erano dati alla fuga dopo il furto gli agenti intercettavano una Fiat 500 X di colore bianco nei pressi di viale Scala Greca con due uomini a bordo che, alla vista della Polizia, fuggiva in direzione della zona della Pizzuta.

Durante l’inseguimento, la Fiat 500 effettuava manovre pericolosissime, anche in contromano, oltrepassando semafori rossi, urtando le autovetture in sosta ed in marcia e creando non poco pericolo anche per i pedoni.

Il rocambolesco inseguimento aveva termine quando i due fuggitivi, perdendo il controllo dell’auto, si schiantavano sul marciapiede nei pressi di un rifornimento di viale Scala Greca.

Durante la fuga i ladri tentavano di disfarsi di parte delle refurtiva che veniva recuperata ed altri oggetti venivano, altresì, rinvenuti all’interno dell’autovettura sottoposta ad attenta perquisizione.

La numerosa merce di provenienza furtiva fa presupporre che il furto alla villetta sia solamente l’ultimo di una serie che i due soggetti hanno perpetrato nei giorni scorsi anche in alcuni esercizi commerciali.

I due malfattori, venivano pertanto tratti in arresto e sottoposti agli arresti domiciliari, così come disposto dalla locale Autorità Giudiziaria, in attesa del giudizio direttissimo che si celebrerà nella giornata odierna.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube