Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Siracusa, si è spenta a 91anni la Signora Maria Floresta nata GenoveseSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Siracusa, si è spenta a 91anni la Signora Maria Floresta nata Genovese

Siracusa, si è spenta a 91anni la Signora Maria Floresta nata Genovese

Si è spenta la Signora Maria Floresta, nata Genovese, moglie del cavaliere Giuseppe Ugo Floresta personaggio storico. Stimatissima e conosciutissima, aveva 91 anni. Si è spenta in silenzio per andare a trovare il suo amato marito, Ugo Floresta, morto nell’agosto del 2017 a 97 anni. Aveva dato lei il triste annuncio della morte del marito, assieme ai figli Carmela, Franco e Salvatore, che si uniscono ancora una volta nel dolore per la perdita della madre. Una famiglia testimone della storia siracusana, legata alla Madonna delle Lacrime. La famiglia Floresta da oltre 100 anni gestisce la memorabile e tipica attività nel campo dei casalinghi e degli articoli da regalo nello storico Corso Umberto, così come in altre zone della città. Famiglia di lavoratori, tanto onesti quanto buoni, dicono amici, conoscenti e parenti. La famiglia Floresta è rimasta sempre fedele alla Madonna delle Lacrime. Al dolore si associano i familiari, i nipoti, i parenti e gli amici tutti e la redazione di SrLive.

Nel 1953 la coppia Iannuso acquistò nel suo negozio, il quadro raffigurante la Madonna della Lacrime; l’effigie mariana in gesso smaltato da dove le lacrime diventano un evento mondiale; lacrimazione avvenuta a Siracusa dal 29 agosto al1º settembre del 1953, in via degli Orti di San Giorgio al n.11, nell’abitazione di due giovani coniugi, Angelo Iannuso e Antonina Lucia Giusto; Antonina, in attesa del primo figlio, aveva una difficile gravidanza, con ricorrenti abbassamenti della vista: verso le tre di notte del 29 agosto la vista scomparve del tutto, per tornare normale alle 8.30 del mattino, quando Antonina vide le lacrime scendere sul viso del quadro della Madonnina di gesso, posta a capo del letto, che il cavaliere Floresta gli aveva venduto con un forte sconto sul prezzo d’acquisto a causa di una piccola abrasione.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*