Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Siracusa,incarichi dirigenziali all’Asp, esposto di Mns in Procura

Siracusa,incarichi dirigenziali all’Asp, esposto di Mns in Procura

E’ stato depositato in Procura un esposto con cui viene chiesto di verificare la legittimità dell’affidamento delle cariche dirigenziali avvenute con deliberazione dell’azienda sanitaria provinciale. L’esposto è stato presentato dal commissario provinciale del movimento nazionale sovranità, Aldo Ganci al procuratore capo Francesco Paolo Giordano. Sotto la lente d’ingrandimento della magistratura c’è la questione degli affidamenti ma anche il consistente numero di assunzioni di alta specializzazione, oltre ai tempi troppo ravvicinati tra l’emanazione degli avvisi e le relative scadenze.

“Dall’accesso agli atti – spiega l’avv. Ganci – abbiamo rilevato che sono state apportate numerose modifiche agli avvisi per il conferimento degli incarichi. Un primo provvedimento è del 6 luglio dello scorso anno, il successivo del 18 luglio che ha apportato modifiche ad alcuni incarichi e ne ha istituti di nuovi. Inoltre, l’avviso con scadenza il 30 luglio ha previsto il conferimento di nuovi incarichi, così come l’avviso da emanare in seguito alle modifiche apportate con delibera del 14 dicembre, che ha disposto 29 nuovi incarichi”.

Il movimento sovranista nutre “perplessità per le numerose modifiche apportate alle graduatorie delle funzioni. La dotazione organica delle Unità Operative Semplici Dipartimentali screening, benché irrisoria, non risulta conforme al decreto assessoriale del 18 dicembre 2012, per quanto attiene ai profili professionali e alle discipline previste dal decreto stesso”. Nella denuncia, il Mns fa rilevare “la modifica della graduazione delle funzioni relativamente a 3 unità operative complesse che vengono trasformate da incarichi A3 ad A1 di valenza superiore, motivando la trasformazione in ragione delle funzioni di coordinamento che altre Uoc dovranno svolgere; ciò appare determinare una surrettizia istituzione di dipartimenti in difformità alle norme di legge e ai contratti collettivi nazionali”.

In merito alla presenza in organico di uno psicologo nelle unità operative semplici nei distretti di Augusta e Lentini, per l’avv. Ganci “appare determinata dalla necessità di raggiungere il numero di 3 dirigenti, atteso che, non solo la dotazione organica delle analoghe strutture dei distretti di Siracusa e Noto questa figura professionale non è prevista, ma non ha alcuna valenza assistenziale”.  Altro problema sollevato dal commissario del Mns è relativo alla nomina di dirigenti nominati con “un’anzianità inferiore a quella di altri dirigenti delle stesse unità operative, i quali vengono destinati a incarichi di minor valenza”. Da verificare poi, “il numero di incarichi di alta specializzazione conferiti o da conferire in forza delle delibere, ciò facendo sospettare che non vi sia alcuna programmazione o che di dette determinazioni intervengono fattori estranei alla normativa”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube