Home / Se te lo fossi perso / Politica / Solidarietà del Consiglio comunale ai dipendenti dell’ex Provincia

Solidarietà del Consiglio comunale ai dipendenti dell’ex Provincia

Solidarietà ai lavoratori è stata manifestata da Carmen Castelluccio, che ha avanzato due proposte: la convocazione di un’adunanza aperta del consiglio comunale e una chiara condanna contro chi ha determinato questo stato di cose affidando alla conferenza dei capigruppo il compito di stilare un documento. Dario Tota ha proposto che i consiglieri comunali e gli altri rappresentanti politici rinuncino ad un mese di indennità così da “comprendere cosa significhi lavorare senza retribuzione”.

L’idea di un’adunanza aperta alla presenza dei lavoratori e delle forze politiche e sociali è stata avanzata da Stefania Salvo e da Alessandro Acquaviva, che ha proposto di tenerla simbolicamente nell’aula dell’ex consiglio provinciale e di tenere nello stesso luogo tutte le riunioni di consiglio comunale fino alla soluzione della crisi. Per Giuseppe Impallomeni, non una riunione dell’assise siracusana deve essere convocata ma un’adunanza congiunta dei 21 consigli comunali della provincia, invitando il presidente Armaro a farsi promotore dell’iniziativa.

Infine, Enrico Lo Curzio ha ripreso e sostenuto la mozione iniziale di Palestro affermando che occorrono azioni forti e non “pannicelli caldi” e che bisogna denunciare la “vergogna della politica regionale”.

Alla conclusione del dibattito, ha preso la parola la segretaria generale, Danila Costa, per affermare che la mozione di Palestro non poteva essere votata subito poiché, secondo regolamento, deve essere messa all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale. Palestro e Lo Curzio hanno abbandonato l’aula in segno di protesta.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*