Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Sortino, i frati minori raccolgono fondi per i rifugiati iracheniSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Sortino, i frati minori raccolgono fondi per i rifugiati iracheni

Sortino, i frati minori raccolgono fondi per i rifugiati iracheni

Un aiuto concreto ai rifugiati in Libano provenienti dall’Iraq e dalla Siria è quanto si propongono di realizzare i Frati minori cappuccini di Siracusa che da alcuni giorni sono impegnati nell’allestimento all’interno del chiostro del convento di Sortino di cinque stand che animeranno il “Mercatino di Natale” che sarà inaugurato il 17 dicembre alle 18,30 e proseguirà il 18, il 19 e il 20. Un evento, organizzato dall’equipe del servizio “Missio ad Gentes” della Provincia religiosa dei Frati minori cappuccini di Siracusa composta da fra’ Emiliano Strino e fra’ Giuseppe Pecorella, molto sentito dalla comunità francescana che accoglie in pieno il messaggio di Papa Francesco racchiuso nella bolla di indizione dell’Anno Santo della Misericordia inaugurato l’8 dicembre scorso con l’apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro a Roma.

Il progetto di supporto prevede la raccolta di fondi, che nel chiostro del convento di Sortino avverrà attraverso l’acquisto di prodotti solidali e donazioni, che saranno in buona parte devoluti ai frati cappuccini del Libano (il coordinatore dell’accoglienza a Beirut è fra Abdallah) che dallo scorso luglio stanno ospitando venti famiglie sfuggite agli orrori della guerra in Iraq e in Siria. “Il progetto – spiega frà Emiliano Strino – ha trovato l’appoggio della Curia generale dei Frati minori cappuccini che a giugno ha approvato un piano economico di intervento, attingendo dal Fondo di emergenze della stessa Curia, che prevede l’accoglienza, l’accompagnamento ed il sostegno educativo-scolastico dei bambini, e il supporto sanitario. Da quando è scoppiata la crisi internazionale, il Libano accoglie 1,2 milioni di rifugiati siriani che costituiscono il 25% dell’intera popolazione della regione. Questa circostanza ha imposto diverse sfide tra cui problemi economici, carenza di cibo, competizione per un posto di lavoro e violenza”.

Una parte del ricavato del “Mercatino di Natale” sarà devoluto anche all’associazione “Cento mamme per cento bambini” che da diversi anni si occupa delle adozioni e dell’assistenza dei bambini del Brasile, e si è impegnata nella costruzione di case per le famiglie povere di Itambacurì, Saquarema, Teresopolis e dell’isola di Itamaracà.

Il mercatino, che è stato organizzato in collaborazione con il comune di Sortino, prosegue il 18 dicembre dalle 18,30 alle 21,30 e nei giorni 19 e 20 dicembre dalle ore 17,15 alle 22.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*