Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Sortino ricicla carta e cartone e aiuta le popolazioni colpite dal terremoto

Sortino ricicla carta e cartone e aiuta le popolazioni colpite dal terremoto

A settembre i sortinesi sono chiamati a riciclare per ricostruire: il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica- in collaborazione con Anci e Conai, ha avviato un’iniziativa di raccolta fondi per i Comuni colpiti dal sisma del 24 agosto. Per ogni 100 kg di carta, cartone e cartoncino raccolti in più rispetto a settembre 2015 Comieco devolverà 7 euro per i Comuni coinvolti.

  “Fare la raccolta differenziata è sempre un nobile atto di civiltà che interessa tutta la comunità. Ma a settembre questo impegno avrà una maggiore valenza sociale. – spiega la Vicesindaca Valentina Cianci –  Raccogliendo carta e cartone la nostra Sortino potrà aiutare i comuni colpiti dal sisma del 24 agosto. Impegniamoci a differenziare come cittadini civili, responsabili e solidali.”

Il Comune di Sortino ha inoltre partecipato al bando COMIECO per l’acquisto di materiale per la raccolta differenziata di carta e cartone, risultando beneficiario di 35.375 euro.

Verranno potenziate le oasi ecologiche con 20 cassonetti e inoltre sono stati acquistati 70 carrellati per le utenze condominiali, 70 carrellati per utenze condominiali e attività produttive e 2000 mastelli da 50 litri per le utenze domestiche. A breve sarà consegnato il terzo lotto delle forniture consistente in 10 cassoni statici.

Si prevede così un incremento della raccolta della carta del +30% per le utenze domestiche del centro urbano e delle zone di nuova urbanizzazione e un +20% per le utenze commerciali e gli edifici pubblici.

“Continua il nostro impegno sulla raccolta differenziata: con l’acquisto di questi cassoni possiamo permettere alle utenze di raccogliere più carta e cartone – dice il sindaco Vincenzo Parlato – Stiamo lavorando ad altri progetti per applicare la tariffa puntuale così, entro l’anno, facendo partire anche la raccolta dell’umido riusciremo a metterci in linea con le richieste che ci vengono dalla Regione ed arrivare al 65%”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*