Home / Primo Piano / Sottil: “Tutto bene ma il Siracusa deve pensare a crescere”
Il nuovo allenatore del Siracusa, Andrea Sottil.

Sottil: “Tutto bene ma il Siracusa deve pensare a crescere”

Andrea Sottil soddisfatto quello che si è presentato in sala stampa dopo la gara odierna. Un successo che dà continuità a quello ottenuto con il Gragnano, e che, nello stesso tempo, serve per il morale in vista della rincorsa alle prime posizioni.

“Non dobbiamo in questo momento guardare la classifica- spiega il tecnico- dobbiamo pensare a crescere, massimo rispetto per gli avversari perché venire a giocare a Scordia non sarà facile per nessuno. Faccio i complimenti ai ragazzi, perché ho visto miglioramenti rispetto al Gragnano. La squadra ha giocato palla a terra, oggi ho visto un’identità di gruppo. Siamo stati aggressivi, tutti bravi anche quelli che sono entrati a gara in corso. C’è grande disponibilità da parte di tutti, basti pensare che Catania ha giocato anche terzino. Non dobbiamo assolutamente specchiarci, dobbiamo essere sempre umili e operai”.

Il tecnico esalta lo spirito di sacrificio della squadra dettato dall’inferiorità numerica.

“Volevo sottolineare che il loro rigore fosse molto dubbio, mentre è stato ignorato uno per fallo su Dezai. E’ stata una mia scelta, quella di non abbassarci troppo ed evitare che lo Scordia guadagnasse terreno. Anche con l’ingresso di Palermo la squadra è stata   equilibrata. Mercoledì in Coppa ci sarà turn- over e spazio a chi ha giocato meno”.

Doveva andare al Noto, invece è rimasto e, al suo debutto, ha fatto anche gol. Tresor Dezai è ovviamente contento della sua prestazione.

“ Non era bello guardare gli altri giocare – ammette l’ivoriano- ho aspettato il mio turno e ho ripagato la fiducia del mister. Sono felice per il gol e per la squadra perché possiamo fare di più”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*