Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Teamnetwork Albatro battuta a CassanoSiracusaLive | SRlive.it
Home / Primo Piano / Teamnetwork Albatro battuta a Cassano

Teamnetwork Albatro battuta a Cassano

Perde 26 a 17 la Teamnetwork Albatro sul campo del Cassano Magnago. Pesano, in casa bianconera, le assenze di Grande e Vinci, costretti ai box per alcuni problemi fisici, e di Mizzoni che il tecnico Peppe Vinci tiene in panchina per l’intero match per risparmiarlo in vista dei prossimi match.

I padroni di casa sono quasi al gran completo e mettono in mostra fisicità e difesa che, in certi momenti, si alza a caccia dell’anticipo.

Il primo tempo scorre con discreto equilibrio. Il gol numero uno della Teamnetwork Albatro nella nuova Serie A Beretta arriva dopo 3 minuti e 28 secondi. Lo mette a segno Cuello nel momentaneo 1 a 1.

Poi il Cassano inizia ad imporre il proprio gioco tentando un allungo che l’Albatro riesce a contenere.

Nella ripresa, i maggiori cambi a disposizione di coach Kolec, e i tanti errori al tiro dei bianconeri, indirizzano inevitabilmente il match verso il finale.

CASSANO MAGNAGO-TEAMNETWORK ALBATRO 26-17 (15-7)

Cassano: Ilic, Scisci 4, Fantinato 6, Bortoli 1, Moretti, Lazzari, Saitta 2, La Mendola, La Bruna, Branca 1, Bassanese 6, Possamai 4, Dorio 2, Iballa, Monciardini, Albanini. All. Davide Kolec

Teamnetwork Albatro: Nobile, Cuello 4, Vanoli 6, Canete2, Pola, Lo Bello, Murga 2, Quattrocchi, Sortino 2, Bobicic 1, Mizzoni, Rubino. All. Peppe Vinci

Arbitri: Stefano Riello – Niccolò Panetta

Dichiarazione Peppe Vinci (all. Albatro): Assenze ed errori, quasi 40 nelle statistiche, hanno pesato. Naturalmente Cassano è una delle squadre di prima fascia di questo campionato e potrà competere fino alla fine per la conquista dello scudetto.

Noi abbiamo ancora da lavorare. Era importante ritornare a giocare, a respirare l’aria e la tensione del campionato. Proprio dalle sconfitte si deve fare maggior tesoro, soprattutto quando ci si riaffaccia su questi palcoscenici.”

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube