Google+

Unità da biporto si incaglia in area marina protetta del Plemmirio

Nella mattinata odierna una segnalazione giunta alla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Siracusa, segnalava l’incaglio di un’imbarcazione da diporto all’interno dell’Area Marina Protetta del Plemmirio.

Si disponeva immediatamente l’impiego delle dipendenti motovedette, M/V CP323 – M/V CP764 e GC B31, le quali si dirigevano sul punto segnalato con la massima tempestività, per procedere alla messa in sicurezza degli occupanti l’unità in questione e per verificare che non vi fosse il rischio di uno sversamento nelle acque incontaminate del Plemmirio. Veniva altresì informato l’Ente gestore dell’Area Marina Protetta e preallertato il servizio antinquinamento concessionario del Porto, San Giorgio Mare.

Giunti sul luogo, in zona Punta Elefante, si scorgeva l’imbarcazione di circa 14 metri a pochissima distanza dalla scogliera, incagliata su un basso fondale, con a bordo 9 persone tutte illese e in buone condizioni di salute.

Nell’area interessata giungeva velocemente anche il gommone dell’AMP che assisteva alle operazioni in atto.

Si procedeva così a mettere in sicurezza sette diportisti attraverso il trasbordo sulla motovedetta M/V CP323, mentre l’imbarcazione, a bordo della quale rimanevano due persone, a seguito della verifica del corretto funzionamento dell’apparto propulsivo e dell’assenza di falle sullo scafo, riusciva a disincagliarsi venendo scortata in sicurezza dalle motovedetta della Guardia Costiera fino al Porto di Siracusa.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*