Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Vinci e Sorbello: inaccettabile drastica riduzione estiva servizi anzianiSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Vinci e Sorbello: inaccettabile drastica riduzione estiva servizi anziani

Vinci e Sorbello: inaccettabile drastica riduzione estiva servizi anziani

I consiglieri comunali Cetty Vinci e Salvo Sorbello interrogano l’Amministrazione per sapere i motivi che hanno indotto a ridurre drasticamente, riducendola a poche ore settimanali, l’assistenza domiciliare agli anziani per tutta la stagione estiva appena iniziata.

“Si continua purtroppo a procedere – scrivono i due consiglieri comunali – penalizzando gli anziani non autosufficienti, proprio nel periodo più delicato dell’anno, quando è essenziale per la loro stessa vita che non restino mai soli e si registrano al contempo numerose, encomiabili iniziative di solidarietà.

“E il Comune di Siracusa, invece di rafforzare, come stanno correttamente facendo tanti altri comuni, gli interventi di assistenza domiciliare, ritiene invece di proseguire un servizio già carente e su cui gravano pesantissimi problemi procedurali, riducendolo drasticamente!

“Per questa amministrazione, la prima nella storia della città a chiudere gli asili nido a fine giugno, lasciando in grande difficoltà le famiglie per il mese di luglio, i più deboli (bambini, disabili, anziani non autosufficienti) vengono evidentemente sempre dopo.

“Si riveda, come è stato fatto dopo le nostre sollecitazioni quando il servizio di assistenza era stato addirittura sospeso del tutto a fine maggio, la drastica e inaccettabile riduzione, visto che i mesi estivi sono proprio quelli in cui gli anziani non autosufficienti perdono gli abituali punti di riferimento e di aiuto.

“E si proceda finalmente – concludono Vinci e Sorbello – anche a promuovere politiche di sostegno del benessere familiare: la famiglia, infatti, non è una somma di segmenti (figli, nonni, genitori) tra loro indipendenti, ma un prodotto degli stessi: se uno di questi soffre, è l’intera famiglia a risentirne!”

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*