Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Zappulla e Princiotta: “Il Comune si costituisca parte civile”SiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Politica / Zappulla e Princiotta: “Il Comune si costituisca parte civile”
Da sinistra, Princiotta, Abbruzzo e Zappulla.

Zappulla e Princiotta: “Il Comune si costituisca parte civile”

“Il Comune di Siracusa deve costituirsi parte civile in tutti i procedimenti aperti compresi quelli relativi alle politiche sociali per tutelare la città e in particolare le fasce più deboli ed esposte della città”. A sostenerlo sono il parlamentare di Art. 1, Pippo Zappulla, e la consigliera comunale Simona Princiotta. Il loro intervento è susseguente alla decisione della Procura di chiedere il rinvio a giudizio per sei fra dirigenti e funzionari del comune, coinvolti nella vicenda Stes, l’azienda che gestiva i servizi per conto del comune capoluogo. “Quando più di un anno fa sostenemmo le den­unce del Presidente della cooperativa Stes, Francesco Abruzzo – affermano i due esponenti di Mdp – non eravamo né vis­ionari, né utilizzava­mo la via giudiziaria per fini politici. I fatti denunziati dal Presidente (pres­sioni indebite, tang­enti, favori) sono stati ritenuti in qualche modo fonda­ti, fino ad ipotizzare per 6 dirigenti e funzionari del Comune le acc­use di concussione e di abuso di ufficio”.

Oltre a chiedere la costituzione diparte civile del Comune nei processi penali, Zappulla e Princiotta si rivolgono al Sindaco Giancarlo Garozzo, che, sulla vicenda Stes, dichiarò al­lora che “tutto era a posto e nulla di ir­regolare era riscont­rabile, al sindaco che parlò di attacchi strumentali e dichi­arò di volere attend­ere l’esito delle in­dagini prima di assu­mere qualsiasi decis­ione e provvedimento, che nel frattempo ha premiato alcuni dei dirigenti sotto inchiesta, al Sindaco che ha riten­uto di non far costituire il Comune parte ci­vile nei vari proced­imenti nei confronti di dipendenti e fun­zionari”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*