A proposito dell’atto di violenza perpetrato contro uomini in divisa nell’adempimento del dovere, il segretario della Siulp, Tommaso Bellavia ha diffusouna nota alla stampa.

Come già accaduto in altre città italiane, nella totale certezza di impunità, dei criminali violenti si permettono il lusso di aggredire uomini e donne delle Istituzioni. Come il Presidente Mattarella ha avuto modo di ricordare, le Forze dell’Ordine rappresentano il volto dello Stato e devono essere rispettate e tutelate.

Per tale ragione anche la struttura del SIULP aretuseo si unisce a tutte le azioni poste in essere dalla Segreteria Nazionale ed dal suo Segretario Felice Romano per chiedere a gran voce una legge che, modificando l’attuale regime dell’arresto obbligatorio,  preveda una fattispecie specifica, con detenzione immediata, ovvero affidamento ai servizi sociali se il reo non è recidivo e se ha riparato il danno, per tutti coloro che aggrediscono o commettono violenza sul personale in uniforme e gli incaricati di servizi pubblici o di pubblica utilità. Come anche i medici e gli infermieri.

“Siamo molto preoccupati per una nuova ondata di violenza che sta colpendo il nostro territorio, aggiunge, il Segretario Provinciale Tommaso Bellavia, e ci auguriamo che tutti gli attori istituzionali e politici, locali e nazionali, pongano molta attenzione sui temi della sicurezza urbana sia sotto il profilo della prevenzione che della repressione dei reati violenti. 

Il siulp siracusano si pone, come sempre, quale interlocutore qualificato e disponibile a qualsiasi contributo a tutela dell’incolumità e della serenità, non solo delle Poliziotte e dei Poliziotti, ma di tutti i cittadini della nostra provincia.”

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*