Home / Se te lo fossi perso / Politica / Augusta 2020, movimento culturale che si riorganizza

Augusta 2020, movimento culturale che si riorganizza

Dopo la pausa estiva ed un periodo di riorganizzazione interna al movimento culturale, “Augusta 2020” riprende a pieno il lavoro intrapreso qualche mese fa con il proponimento di proposte ed iniziative politico culturali per la città. Ad annunciarlo è il presidente del movimento Gaetano La Ferla, che assieme al gruppo dirigente ed a un nutrito numero di liberi cittadini, intende proseguire il percorso iniziato solo pochi mesi (quando il movimento fu presentato alla città nel mese di maggio). Il Movimento si prefigge di stilare a breve un calendario di iniziative il cui scopo è quello di essere uno strumento di denuncia e vigilanza, ma nello stesso tempo propositivo al fianco di tutti coloro che hanno a cuore il futuro di questa comunità.

“Siamo consapevoli del fatto che l’attuale situazione politico-amministrativa della nostra città, – ha spiegato La Ferla – dove l’assoluta mancanza di confronto politico per la totale assenza dei partiti tradizionali, se da un lato lascia il campo libero dalla solita politica chiacchierona e litigiosa, dall’altro ci carica di un compito gravoso nell’affrontare i noti problemi che soffocano e bloccano lo sviluppo socio economico culturale di questa città. Tra i temi e le problematiche da porre in evidenza e degne di maggiore intraprendenza e incisività, il movimento Augusta 2020 pone l’accento sulle sorti del porto commerciale.

“Tante sono le problematiche che affliggono la nostra comunità, per ultimo il tentativo di privare il porto di Augusta della propria Autorità Portuale a beneficio di realtà portuali sicuramente molto meno competitive rispetto al nostro porto, – ha proseguito La Ferla – ma ancora più grave l’individuazione dell’area del porto commerciale come probabile centro hotspot, scelta discutibile ed inopportuna dettata dalla lottizzazione ed affaristica della politica e non dal reale valore di sviluppo economico per l’intera provincia che il nostro porto rappresenta”. Tra le iniziative a breve termine che intenderà portare avanti il movimento, una serie di manifestazioni tematiche pubbliche di interesse comune con la presentazione e l’adesione al movimento di alcuni soggetti che daranno valore aggiunto al movimento. In quell’occasione, si provvederà alla costituzione di un forum dei movimenti che attualmente esiste nella nostra città.

F.G.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*