Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Balneabilità della costa siracusana, emessa l’ordinanza per il 2021

Balneabilità della costa siracusana, emessa l’ordinanza per il 2021

21 – Come ogni anno, con l’approssimarsi dell’inizio della stagione balneare (fissata per domenica 16 maggio) il sindaco emette un’ordinanza con la quale, su proposta del dirigente del settore Igienico-sanitario, indica i tratti di costa fruibili ai bagnanti e, al loro interno, le porzioni vietate per ragioni di rischio igienico, come le aree portuali, o per la presenza di condizioni di pericolo per le persone.
Il provvedimento – il numero 14 dell’11 maggio scorso – viene emesso in esecuzione di un’ordinanza con la quale la Capitaneria di porto, che ne ha la competenza, ha in precedenza individuato “i tratti di costa e specchi acquei” interdetti “per il sussistere di grave e attuale pericolo per la pubblica incolumità”. Tale ordinanza risale al 17 aprile del 2014, la numero 38, e nel tempo ha subito delle modifiche, l’ultima delle quali risale al 10 gennaio del 2018.
I tratti di costa vietati, si legge nell’ordinanza sindacale, “pur ricadendo in zone più ampie dichiarate idonee alla balneazione, risultano però interdetti al transito e alla balneazione al fine di realizzare un’efficace salvaguardia della pubblica incolumità e di prevenire il verificasi di danni a persone o cose”.
Il divieto di balneazione riguarda in tutti 24 punti della costa siracusana. Sedici sono proibiti per ragioni di sicurezza; 6 perché ricadono nella aree portuali (Porto grande, Porto piccolo, e baia di Santa Panagia); uno perché in zona tutelata; uno perché in corrispondenza della foce del fiume Cassibile.
L’ordinanza sindacale è pubblicata all’albo pretorio on line sul sito istituzionale del Comune.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube