Google+

Canicattini Bagni. Si presenta martedì 13 agosto il libro di Antonio Andolfi ”La mia vita in fabbrica”, in serata Jazz con John Colianni Quartet

Si presenta martedì 13 Agosto, ore 19:00, nel salone di Palazzo Messina Carpinteri, in via XX Settembre 36, sede della Biblioteca comunale “G. Agnello”, per “Canicattini legge”, iniziativa inserita nel cartellone del 16 Festival del Mediterraneo, il libro “La mia vita in fabbrica – Eravamo solo numeri”di Antonio Andolfi, edizioni Cartagho.

“Questo libro racchiude la mia esperienza in fabbrica dal 1980 al 2011. La mia intenzione è stata quella di portare alla luce tante realtà di quell’incredibile mosaico intensamente vissuto. Sono momenti di storia mai emersa, oggi non più recuperabili. Purtroppo tanti, non  appena usciti definitivamente da quei cancelli, hanno capito quanto la fabbrica li avesse derubati e deturpati nel corpo e nella mente, soprattutto nel loro tempo e nella loro vita. Solo alla fine hanno capito di essere stati dei semplici numeri di un grande ingranaggio e come tali essere stati usati fino allo stremo. E ci si domanda: ne è valsa la pena di soffrire così intensamente per un pezzo di pane? Oggi, lo scopo di queste testimonianze non cerca solo di far comprendere cosa fossero realmente quei luoghi, ma vuol ribadire un monito per le generazioni future e riuscire a far intuire la negatività frutto di quell’avventura totalizzante. L’umanità non può ignorare il passato nell’intraprendere nuove strade”. (L’autore)

E sempre martedì 13 Agosto, ore 22:00, sul palco di via XX Settembre a Canicattini Bagni, prendono il via i concerti della 3° edizione del Festival Culture del Mediterraneo (Jazz – Etnico – Popolare) organizzato dall’Associazione “Sabatù” e dal Comune canicattinese, Assessorato alla Cultura, Turismo e Spettacolo, con la collaborazione del Sistema Rete Museale Iblei.

Un appuntamento che si conferma crocevia di sonorità, ritmi, storie e culture musicali che arrivano da tutto il Mondo.

Linguaggi multiculturali e multietnici, quelli disegnati per questo terzo appuntamento dal Direttore Artistico, il sassofonista jazz Rino Cirinnà, che rafforzano l’identità e l’animo inclusivo della “Città del Liberty e della Musica”.

Ad inaugurare questa terza edizione sarà il pianista italo-americano John Colianni Quartet, autentico fenomeno del genere stride tradizionale, pianista per anni di Mel Tormè, Les Paul e Lionel Hampton, con lui Seth Myers, contrabbasso; Fabio Grandi, batteria; Loredana melodia, voce.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*