Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Canicattini, rubano wisky in negozio: due arrestate
Agata Costanzo e Rosetta Lazzaro.

Canicattini, rubano wisky in negozio: due arrestate

i Carabinieri della Stazione di Canicattini Bagni hanno tratto in arresto per i reati di furto aggravato e falsa dichiarazione sulla propria identità ad un pubblico ufficiale le catanesi Agata Costanzo di 33 anni, e Rosetta Lazzaro di 30 anni, entrambe con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio ed entrambe attualmente sottoposte alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.

I Carabinieri hanno deciso di procedere ad un controllo di polizia intimando l’alt alle due donne: le stesse, prive di documenti di riconoscimento, dopo aver fornito delle generalità successivamente rilevatesi false, mostravano da subito un atteggiamento stranamente nervoso, dando ai militari fondato motivo di ritenere che stessero nascondendo qualcosa.

Si decideva, pertanto, di procedere a perquisizione del mezzo nel cui bagagliaio venivano rinvenute 12 bottiglie di whiskey, 8 di amaro ed 1 di champagne, 48 confezioni di vario genere di pesce in scatola e 2 barattoli di cioccolato spalmabile, il tutto privo di scontrino fiscale. Al riguardo, le donne fornivano versioni contrastanti in merito alla provenienza della merce, contraddicendosi vicendevolmente e non riuscendo a dare una spiegazione plausibile. Pertanto i Carabinieri, presupponendo l’illecita provenienza della merce, procedevano ad accompagnare le donne in caserma al fine di esperire gli accertamenti del caso. Si procedeva ad interpellare i titolari dei vari supermercati del posto al fine di riscontrare eventuali ammanchi di merce: al termine di tali verifiche i Carabinieri hanno accertato che in 3 dei 4 supermercati di Canicattini Bagni le donne avevano asportato merce riuscendo a passare dalle casse senza essere notate dal personale. Inoltre, poiché nel bagagliaio del veicolo veniva rinvenuto uno scontrino fiscale da 1 euro emesso nel corso della mattinata da un supermercato nel comune di Floridia per l’acquisto di un prodotto non presente tra quelli rinvenuti nel mezzo, si procedeva ad esperire analoghe verifiche nel comune di Floridia: anche in questo caso, veniva accertato un furto di liquori consumato in un supermercato del posto. La refurtiva, del valore complessivo di circa 500 euro, è stata restituita agli aventi diritto.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*